rotate-mobile
Cronaca Santa Sofia

Santa Sofia, omaggio ai cittadini che aiutarono i militari alleati

Il Comune di Santa Sofia ha deciso di conferire un attestato di benemerenza alle famiglie che, nel corso dell'autunno-inverno 1943 e la primavera 1944, aiutarono i militari alleati fuggiti dai campi di prigionia e ricercati dai nazifascisti

Il Comune di Santa Sofia ha deciso di conferire un attestato di benemerenza alle famiglie che, nel corso dell'autunno-inverno 1943 e la primavera 1944, aiutarono i militari alleati fuggiti dai campi di prigionia e ricercati dai nazifascisti. Con grande solidarietà e a rischio della vita, numerose famiglie del Comune diedero ospitalità e aiuto a questi militari curandoli e assistendoli. A 70 anni, in occasione della Liberazione della Romagna, il comune di S. Sofia vuole rendere omaggio ai discendenti di quegli eroi silenziosi che - solo grazie alle schede inglesi dell'Allied Screening Commision (ASC) sono finalmente resi noti.

Contestualmente si renderà omaggio ad Aangiolina Arnasei, proprietaria dell'Albergo Alta Romagna dove fu ucciso un ufficiale tedesco, che riuscì ad evitare a Santa Sofia una dura rappresaglia e, forse, la distruzione del paese. La cerimonia di conferimento dei Riconoscimenti avverrà sabato presso la sala del Consiglio Comunale alle ore 17,00. Per l'importante occasione è stato invitato anche il console della Gran Bretagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, omaggio ai cittadini che aiutarono i militari alleati

ForlìToday è in caricamento