rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Santa Sofia

Operazione contro l'immigrazione clandestina: un arresto e sei denunce

Madre e figlia ventenne sono state accompagnate alla frontiera per l'espulsione, mentre l'altra giovane dovrà lasciare il territorio nazionale entro cinque giorni

E' di un arresto e sei denunce a piede libero il bilancio di un'operazione finalizzata al contrasto dell'immigrazione clandestina condotta dai Carabinieri di Santa Sofia e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Meldola, al comando del capitano Filippo Cini. Le indagini sono iniziate a seguito dell'accertata presenza di una 41enne di nazionalità albanese a Santa Sofia, espulsa il 31 luglio scorso con accompagnamento alla Frontiera e rientrata in Italia senza alcuna autorizzazione. Gli appostamenti hanno permesso lunedì ai militari di individuare il domicilio, arrestando in flagrante la donna.

Nella circostanza sono state denunciate a piede libero anche le due figlie, rispettivamente di 20 e 19 anni: la prima è risultata colpita da un provvedimento di espulsione, mentre alla seconda era stato negato il permesso di soggiorno. Nell'ambito della stessa attività sono stati denunciati anche quattro italiani: si tratta del fidanzato della 41enne, un 47enne di Santa Sofia, e il compagno della 20enne, classe 1998, entrambi accusati di concorso in "favoreggiamento dell'immigrazione clandestina".

Denunciati anche due coniugi del posto, un 67enne ed una 62enne, perchè proprietari dell'immobile affittato con regolare contratto alla 41enne. Sono accusati di "affitto e cessione di immobile a clandestini". La magistratura firmerà un provvedimento di sequestro preventivo della casa in questione. Madre e figlia ventenne sono state accompagnate alla frontiera per l'espulsione, mentre l'altra giovane dovrà lasciare il territorio nazionale entro cinque giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione contro l'immigrazione clandestina: un arresto e sei denunce

ForlìToday è in caricamento