Cronaca

Santa Sofia, Premilcuore e Galeata: seconda edizione del corso online per i punti di informazione turistica

Al termine del corso, i partecipanti riceveranno materiale informativo da esporre nelle strutture ricettive, ad uso dei turisti che frequentano le zone dell'alta val Bidente e Rabbi

A seguito del successo della prima edizione, prosegue il progetto “Informazione Turistica Diffusa”, promosso dal Comune di Santa Sofia con i vicini comuni di Premilcuore e Galeata. Approfittando della chiusura degli esercizi commerciali, dunque, si sta svolgendo una sessione di aggiornamento, dopo la prima edizione che si è tenuta a maggio e che ha portato alla nascita di 25 piccoli punti d’informazione turistica diffusi nei territori comunali, in grado di fornire un'offerta informativa integrata al sistema istituzionale degli Uffici di Informazione Turistica (it) dei tre Comuni.

Una ventina i partecipanti al corso on line coordinato dalla coop. Atlantide, che gestisce il Centro Visite di Santa Sofia e che sottolinea come in questa edizione si sia voluto fare il punto con i partecipanti e integrare con argomenti che in un primo momento non erano stati affrontati o che durante i mesi estivi sono stati particolarmente richiesti dai turisti. In programma, quindi, 6 incontri di un'ora e trenta ciascuno, con considerazioni sull'andamento della stagione turistica 2020 e tanto spazio lasciato agli interventi dei partecipanti che hanno potuto condividere le proprie esperienze, mettendo in evidenza le criticità e richiedendo di approfondire specifiche tematiche.

Oltre a questo, durante i sei incontri è stata data voce ai gestori dei Centri Visita di Santa Sofia e Premilcuore, si è parlato della rete escursionistica nei territori di Santa Sofia, Premilcuore e Bagno di Romagna e di rete ciclabile con alcune guide locali, si sono approfondite le peculiarità e i luoghi di interesse delle aree e dei comuni limitrofi, con particolare riferimento a Bagno di Romagna e la vallata del Savio insieme a Caterina Molari, responsabile ufficio turismo di Bagno di Romagna, e al versante Toscano del Parco Nazionale (Verna, Camaldoli, Casentino, Badia Prataglia) con Franco Locatelli del servizio promozione Parco Nazionale Foreste Casentinesi.

"Abbiamo approfittato di questo nuovo periodo di chiusura per organizzare subito una seconda tranche di incontri on line, che terminerà ad inizio dicembre - sottolinea l'assessore al Turismo del Comune di Santa Sofia, Ilaria Marianini -. Credo che sia molto importante offrire al visitatore le giuste informazioni sul nostro territorio e su quanto si trova vicino a noi, ma soprattutto ritengo che i corsi debbano essere utili per le nostre strutture ricettive. Per questo, grande spazio è stato dedicato agli argomenti emersi proprio dalle esigenze dei partecipanti: sono loro ad essere in contatto con i turisti. Nell'estate 2020 ci siamo resi conto del fatto che c'è tanta voglia di frequentare il nostro territorio e che c'è un grande interesse verso gli aspetti naturalistici: proprio per questo abbiamo coinvolto alcune guide locali, capaci di fornire le informazioni giuste per camminatori ed escursionisti meno esperti". Al termine del corso, i partecipanti riceveranno materiale informativo da esporre nelle strutture ricettive, ad uso dei turisti che frequentano le zone dell'alta val Bidente e Rabbi.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, Premilcuore e Galeata: seconda edizione del corso online per i punti di informazione turistica

ForlìToday è in caricamento