menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Sofia ricorda Don Giovanni Panarotto con un'importante intitolazione

Sabato Santa Sofia ricorderà Don Giovanni Panarotto, il sacerdote deceduto due anni fa e che ha servito per tanti anni le comunità di Santa Sofia, Spinello, Monteguidi, Poggio alla Lastra, Crocedevoli

Sabato Santa Sofia ricorderà Don Giovanni Panarotto, il sacerdote deceduto due anni fa e che ha servito per tanti anni le comunità di Santa Sofia, Spinello, Monteguidi, Poggio alla Lastra, Crocedevoli. "Attaccato soprattutto ai giovani, parco nella vita, umile ma anche con tanta forza di fede ed altruismo, ha avuto un grande seguito nelle sue comunità", ricordano il sindaco Flavio Foietta e il parroco don Giordano Milanesi.

Nato in Belgio da immigrati italiani, ha prestato prima la sua opera tra la Comunità Italiana legata soprattutto alle miniere di estrazione del carbone (da ricordare, purtroppo, Marcinelle). Poi per un certo perdio è stato cappellano nella parrocchia di S.Sofia. E’ partito per il Paraguay, tra gli Indios e, ammalatosi, dopo diversi anni è tornato da noi nel nostro territorio. Gli ultimi anni li ha trascorsi in Belgio, accolto e amorevolmente accudito dalla Comunità Italiana di Maurage in Belgio.

Sabato saranno a Spinello 60 rappresentanti di questa Comunità Italiana e saranno presenti - oltre al vescovo e tutte le autorità - anche le Comunità locali che lui ha servito. A lui sarà dedicata la Sala Pubblica ricavata dalla ex Chiesa, ora restaurata. Domenica alle ore 11 sarà celebrata la Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale di Santa Sofia con la partecipazione della Comunità italiana in Belgio e della “Corale Son Qui” di Maurage.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento