Santa Sofia, riparte il mercato alimentare: le bancarelle nella corte comunale

L'ordinanza regionale richiede che lo svolgimento del mercato alimentare si tenga all'interno di un'area pubblica stabilmente recintata (e non transennata)

Nell'ottica di un graduale ma responsabile ritorno alla quotidianità, a Santa Sofia a partire da giovedì tornerà ad essere presente il mercato alimentare, seppure con alcune importanti novità. Il mercato alimentare, infatti, era stato temporaneamente soppresso nel rispetto delle normative per evitare la diffusione del Covid 19 ma ora, in applicazione dell'ordinanza numero 66 del 22 aprile 2020 firmata dal presidente della Giunta Emilia Romagna, si è riusciti ad individuare anche a Santa Sofia un luogo idoneo allo svolgimento del mercato alimentare.
 
L'ordinanza regionale, infatti, richiede che lo svolgimento del mercato alimentare si tenga all'interno di un'area pubblica stabilmente recintata (e non transennata), al fine di permettere un controllo del numero degli ingressi: tale area è stata individuata a Santa Sofia nella corte comunale antistante il Centro Culturale Sandro Pertini, dove si svolgeva il Mercato delle erbe fino a qualche decennio fa.
Qui verranno collocati i 5 banchi alimentari che solitamente trovano posto in piazza Matteotti e nella piazzetta della pesa durante il mercato settimanale del giovedì.

L'accesso alla nuova area di mercato avverrà esclusivamente attraverso l'androne comunale, mentre l'uscita sarà su via Nefetti, di fronte alla chiesa: in questo modo sarà possibile contingentare in numero di ingressi e a tale proposito saranno presenti alcuni volontari iscritti all'albo dei volontari di Santa Sofia, ai quali sarà riservato il compito di controllare che non si creino assembramenti. Nello specifico, sarà consentito l'accesso di un solo cliente alla volta per ogni banco alimentare, mentre nell'androne si potranno disporre al massimo 3 persone: il resto della fila dovrà collocarsi, rispettando le distanze di sicurezza, su piazza Matteotti. Ricordiamo che i cittadini dovranno indossare la mascherina protettiva per accedere all'area di mercato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un poco alla volta, ci avviamo a riprendere la gestione delle normali attività quotidiane, ponendo grande attenzione al rispetto delle normative - dice il vicesindaco Isabel Guidi -. Invito i cittadini a seguire scrupolosamente le indicazioni in merito alla distanza di sicurezza, nel rispetto della loro salute e di quella degli operatori commerciali. Abbiamo identificato la corte dell'ostello perché per la sua conformazione permette di avere un luogo i cui accessi sono facilmente controllabili, tuttavia nel rispetto del distanziamento sociale le dimensioni dei banchi alimentari saranno leggermente ridotte rispetto a quelle del tradizionale mercato. È, comunque, un passo verso la ripresa delle nostre abitudini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento