menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sapro, la Procura vuole interrogare l'ex sindaco Masini e Bulbi

La Procura della Repubblica di Forlì ha convocato l’ex sindaco di Forlì Nadia Masini e il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi, per interrogarli sull’andamento di Sapro

Saranno sentiti in qualità di persone informate sui fatti nella vicenda del crac Sapro. La Procura della Repubblica di Forlì ha convocato l’ex sindaco di Forlì Nadia Masini e il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi, per interrogarli sull’andamento della società pubblica per gli insediamenti produttivi poi falliti per mano della Procura stessa nel 2010. I due amministratori non sono indagati (lo sono invece i membri dei cda che si sono susseguiti: tutti i nomi).

In particolare il procuratore capo Sergio Sottani, coadiuvato dai sostituti Filippo Santangelo e Fabio Di Vizio, sentiranno i due politici in quanto rappresentanti dei soci maggiori (assieme al Comune di Cesena) di Sapro. Nel mirino ci sono le cosiddette lettere di patronage: garanzie scritte che vennero firmate dagli enti soci di fronte alle richieste delle banche. Infatti, pur avendo un bilancio in equilibrio era evidente già dal 2008 che su Sapro si stava ammucchiando una mole di indebitamento che sarebbe stata poi difficile da gestire.

 
Per questo le banche chiesero garanzie specifiche, ed ecco che a più riprese l’ex sindaco Masini e il presidente Bulbi firmarono queste lettere di garanzia, assumendosi la responsabilità di ulteriori richieste di prestito bancario. Perché lo fecero? E con quale copertura a loro volta? Sono tra le domande che rivolgeranno i pm ai due amministratori nel corso del prossimo interrogatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento