rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Schizza il prezzo della benzina: "Nessuna speculazione, è lo stop agli sconti sulle accise. E non costa 2,5 euro al litro"

"Nessuna speculazione sul carburante. Gli aumenti sono dovuti al fatto che lo Stato ha tolto gli sconti sulle accise". Non ha dubbi Guido Bronchi, amministratore delegato della 'Bronchi combustibili'

"Nessuna speculazione sul carburante. Gli aumenti sono dovuti al fatto che lo Stato ha tolto gli sconti sulle accise". Non ha dubbi Guido Bronchi, amministratore delegato della "Bronchi combustibili" di Forlì, che, con dati alla mano fa il calcolo degli aumenti e rigetta a chi sospetta una speculazione ogni accusa di guadagno irregolare sul carburante. Bronchi fa notare come, in media, il prezzo del carburante, sia gasolio che benzina, abbia avuto in gennaio un rialzo di circa 18 centesimi per litro, quota che fino al mese di dicembre veniva assorbita dalle agevolazioni dello Stato.

"Le quotazioni della materia prima sono rimaste praticamente ferme - spiega Bronchi - L’aumento dei prezzi alla pompa corrisponde completamente all’aumento dell’accisa e dell’Iva, senza spunti di natura speculativa alla distribuzione. Tolte le agevolazioni, il prezzo è aumentato. E tra l'altro - sottolinea ancora Bronchi - voglio rimarcare che non è vero che i prezzi sono arrivati a 2,5 euro al litro come dicono alcuni giornali. Quello è un prezzo che forse si trova nei distributori dell'autostrada, sicuramente non negli altri punti di distribuzione. L'aumento, ripeto, è pari alla cifra che è stata tolta dallo Stato, né più né meno. I sospetti di speculazione sono venuti proprio da chi ha voluto ingigantire il caso "aumenti", facendo intravedere un complotto da parte di noi rivenditori che non esiste proprio. Anzi, per noi i costi di lavoro sono aumentati in generale: è aumentato il costo del trasporto, il costo dell'energia per far funzionare i depositi. E i margini si sono ridotti. In più noi commercianti paghiamo l'Iva anche sull'accisa. Una tassa sulla tassa, e questo no che non è giusto. Se poi a speculare sono le grandi compagnie che investono soldi per acquistare carburanti non posso saperlo, ma quello di cui sono sicuro è che da questi aumenti a noi non viene nulla in tasca". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schizza il prezzo della benzina: "Nessuna speculazione, è lo stop agli sconti sulle accise. E non costa 2,5 euro al litro"

ForlìToday è in caricamento