Cronaca Tredozio

Sciame sismico nelle colline del Forlivese: la terra ha tremato anche di notte

Non si segnalano feriti, anche se la paura è comprensibilmente aumentata dopo il terremoto di giovedì sera

Foto da Today.it

Continua lo sciame sismico nell'entroterra forlivese, iniziato giovedì pomeriggio con una scossa di magnitudo 3.3 Richter alle 16.19 con epicentro nell'area di Tredozio. Complessivamente, i terremoti registrati dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma sono stati 22, nove dei quali nella nottata tra giovedì e venerdì. Si tratta di scosse "strumentali", non percepite dalle persone e solamente quattro hanno avuto una magnitudo superiore a 2, la più intensa di 2.5 Richter all'1.52.

Il movimento tellurfico più intenso è stato alle 20.46, quando la terra ha tremato per circa sette secondi con un picco di magnitudo di 3.6 Richter. Le scosse hanno avuto tutte come epicentro la zona di Tredozio, a circa tre chilometri dalla località collinare. Sono state tutte poco profonde, con ipocentro tra i 5 ed i 7 chilometri. Non si segnalano feriti, anche se la paura è comprensibilmente aumentata dopo il terremoto di giovedì sera. E' caduto qualche calcinaccio dalla chiesa della Compagnia, ma non si registrano danni particolari alle abitazioni.

I Vigili del Fuoco di Rocca San Casciano hanno effettuato una perlustrazione dell'area, anche per tranquilizzare la gente. Il sindaco Simona Vietina, deputata di Forza Italia, si è messa in contatto con la protezione civile per allestire il Palazzetto dello Sport con brande, come eventuale soluzione di accoglienza. Le scuole venerdì sono rimaste chiuse.
   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciame sismico nelle colline del Forlivese: la terra ha tremato anche di notte

ForlìToday è in caricamento