Scoperti con l'auto carica di refurtiva: dall'affettatrice alla macchina per il caffè

Una pattuglia del pronto intervento della polizia municipale, appartenente al distaccamento di Forlì-Castrocaro, domenica mattina, intorno alle 9.30, ha fermato per un controllo stradale nella zona industriale di Villa Selva, una Fiat Punto

Tre persone provenienti dalla provincia di Roma e Latina sono state denunciate per diversi reati, in quanto l’auto sulla quale viaggiavano era piena di oggetti rubati. Una pattuglia del pronto intervento  della polizia municipale, appartenente al distaccamento di Forlì-Castrocaro, domenica mattina, intorno alle 9.30, ha fermato per un controllo stradale nella zona industriale di Villa Selva, una Fiat Punto il cui conducente aveva compiuto una manovra vietata.

All’atto della verifica è saltato immediatamente all'occhio degli agenti il nervosismo degli occupanti dell’auto e tale comportamento li ha indotti ad effettuare approfonditi controlli sia sulle persone che sul veicolo. Le verifiche sono state effettuate con la collaborazione del Nucleo Operativo Radiomobile dei Carabinieri, che ha inviato un proprio equipaggio sul posto per poter procedere alla consultazione delle banche dati di polizia.

Il conducente, romano di 35 anni, è risultato positivo al test alcolemico con un valore di 0,66 grammi/litro ed inoltre era privo di patente perché revocata nel 2010. Dal controllo dell’auto sono stati rinvenuti all’interno del baule un’affettatrice professionale, una macchina da caffè espresso da casa, un pc portatile, due macchine fotografiche, un lettore DVD portatile, tre telecomandi ed un videogioco per Nintendo Wii. Dall’esito dei controlli congiunti è stato  accertato che parte degli oggetti rinvenuti, ovvero la macchina del caffè, il pc portatile ed una macchina fotografica, era la refurtiva di un furto in abitazione avvenuto la sera prima nel Comune di Predappio, mentre per il rimanente materiale occorre procedere ad ulteriori controlli. Alcuni oggetti sono già stati restituiti ai legittimi proprietari.

Sia a carico del conducente che degli altri due passeggeri dell’auto (uno di 36 e l’altro di 42 anni) risultavano precedenti per reati contro il patrimonio. Le indagini hanno accertato inoltre che il gruppo alloggiava in albergo in riviera e si era spostato da Cattolica fino ai lidi ravennati. Tutti i soggetti dovranno quindi rispondere davanti all’Autorità Giudiziaria di variati reati e le indagini sono tutt’ora in corso per verificare se altri fatti accaduti in zona possano essere ricondotti alla banda.

A carico dei 3 uomini è stato emesso, da parte del Questore di Forlì-Cesena un foglio di via con il divieto di ingresso nel territorio del Comune di Forlì per i prossimi tre anni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

  • Unione, con l'uscita di Forlì quasi tutti i Comuni non avranno neanche un vigile a disposizione

Torna su
ForlìToday è in caricamento