Torna a tremare la terra: scossa di terremoto nelle colline forlivesi

La scossa, che si è generata a cinque chilometri di profondità, è stata avvertita dalla popolazione. Non si segnalano danni a cose o persone

Magnitudo 3.3 Richter. Questa l'intensità di una scossa di terremoto che si è sviluppata nell'entroterra forlivese, al confine col faentino. La terra, come misurato dagli strumenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma, ha tremato giovedì pomeriggio intorno alle 16.19. L'epicentro è stato localizzato a quattro chilometri da Tredozio, sette da Portico e San Benedetto ed undici da Premilcuore e Rocca San Casciano. La scossa, che si è generata a cinque chilometri di profondità, è stata avvertita dalla popolazione delle località collinari. Non si segnalano danni a cose o persone. I vigili del fuoco hanno ricevuto alcune chiamate di persone allarmate e preoccupate, ma nessuna chiamata di emergenza, dalla zona di Tredozio e Portico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento