Scuola, anche a distanza è possibile: l'esperienza didattica dell'Istituto Comprensivo "Irene Ugolini Zoli"

 Una delle esperienze da mettere in risalto si è svolta nell'Istituto Comprensivo n. 2 "Irene Ugolini Zoli", dove, da alcuni anni, si attuano programmi di teatro e di scenografia che, ad esempio, nell'anno scolastico 2018/2019 ha portato alla messa in scena dello spettacolo "Irene. L'artista del mondo"

L’emergenza legata alla diffusione del virus Covid 19 ha duramente colpito anche la scuola italiana. È un dato di fatto che non può essere smentito. Nelle regioni del Nord gli istituti sono fermi da fine di febbraio, mentre il 2 marzo la sospensione delle attività didattiche è stata estesa a tutto il territorio nazionale. Il normale svolgimento dell’anno scolastico nelle forme tradizionali è stato totalmente compromesso. Come hanno reagito le scuole di fronte all’emergenza? La risposta immediata è stata quella di cercare di trasferire online la didattica, attivando modalità di apprendimento a distanza. 

"È ovviamente troppo presto per valutare gli esiti di questo sforzo che, per la prima volta nel nostro sistema, rompe – a lungo e sistematicamente – il legame fra aula e insegnamento. Nonostante lo spirito di iniziativa e la generosità dei docenti, il passaggio all’online si è scontrato però con i ritardi della scuola, creando in diversi casi differenze di trattamento fra gli studenti per le ragioni più diverse. Si sono registrate anche tante iniziative innovative destinate a dare indicazioni su come comunque utilizzare in futuro questa modalità indipendente dall'emergenza che si è dovuto affrontare. Una delle esperienze da mettere in risalto si è svolta nell'Istituto Comprensivo n. 2 "Irene Ugolini Zoli", dove, da alcuni anni, si attuano programmi di teatro e di scenografia che, ad esempio, nell'anno scolastico 2018/2019 ha portato alla messa in scena dello spettacolo "Irene. L'artista del mondo". In particolare quest’anno la scuola secondaria di 1° grado “Marco Palmezzano” era intenta ad elaborare un progetto collegato alla mostra “Ulisse. L’arte e il mito”, promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi in collaborazione con il Comune di Forlì".

"Dopo l’interruzione delle attività in classe il progetto è stato rimodulato affinché si potesse espletare a distanza ed è stato realizzato un video. Nonostante la poca esperienza sono stati coinvolti direttamente una quarantina di alunni di varie classi della Palmezzano; non solo, si è ampliato anche attraverso il contributo di molti altri alunni nei campi delle immagini e della musica. Nei giorni scorsi il lavoro prodotto è stato mostrato in un momento conclusivo, in diretta, intitolato “Anche a distanza è possibile”, al quale hanno partecipato alunni, genitori e personale scolastico.

Il primo dei filmati mostrato dagli alunni in videoconferenza ha come titolo "Incontro con Ulisse". Attraverso le immagini gli alunni narrano quello che hanno vissuto e cioè che a scuola avevano iniziato, un progetto destinato a sfociare in uno spettacolo teatrale con alcuni di loro impegnati nella scenografia e altri nella recitazione. Poi tutto si è bloccato a causa dell’emergenza sanitaria. Allora si è deciso di intercalare la fantasia con la realtà tanto che l'incontro di Ulisse e i suoi compagni è ambientato su un’isola sperduta, in balia di una terribile tempesta al pari di quello che stava capitando nella realtà; insomma ognuno con i propri problemi, compreso quello della pandemia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La seconda parte si prefigge di promuovere il progetto originale partendo da questa considerazione degli alunni: "Quando torneremo a scuola, la nostra Itaca, potremo finalmente mettere in scena lo spettacolo originale. Lo faremo con nuovi compagni di viaggio, dato che i più grandi saranno approdati in spiagge diverse dalla nostra in quanto si saranno iscritti alle scuole superiori".  Nell’ultima sezione i ragazzi propongono un assaggio di quello che sarà lo spettacolo che viene presentato in questo modo: "Ecco, siamo giunti alla fine di questo incontro in cui ci siamo ritrovati viaggiatori (di tutti i tempi) insieme ad Ulisse. Ci siamo divertiti, ma è il momento dei saluti, che faremo a nostro modo, sempre viaggiando nell’arte e nella creatività. Vi presentiamo perciò le rivisitazioni e reinterpretazioni di opere d’arte realizzate dagli studenti dell’Istituto, i nostri d’après, accompagnati dalla musica composta dagli alunni della classe 3^A, all’interno di un progetto interdisciplinare di musica e lingua inglese. Il nostro entusiasmo e la voglia di sperimentare è stato potenziato da questa esperienza, rinnoviamo l’appuntamento per il prossimo anno con lo spettacolo che avrà come titolo “Il folle volo”". 
"È stata sicuramente un'esperienza molto positiva e formativa - sostiene Annalisa Fiorini, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo n. 2, "e invito tutti a vedere il lavoro portato a termine dagli alunni utilizzando il link https://drive.google.com/file/d/1NMo2zG9gOXmTfGvFvJdBi3s6nnSzwG1p/view?usp=sharing.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento