rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Sperimentazione della scuola materna musicale, la musica ha aiutato 75 bambini a crescere e a rispettare gli altri

I 75 bambini dai 3 ai 6 delle tre classi della scuola dell'infanzia comunale il Qudrifoglio hanno potuto compiere nel triennio un percorso unico in Emilia Romagna, con tutte le attività svolte che hanno visto al centro la musica, diventata parte integrante della loro vita scolastica

È stato promosso a pieni voti il progetto Scuola Materna Musicale tenutosi negli ultimi tre anni alla scuola dell'Infanzia comunale Il Quadrifoglio, una esperienza innovativa voluta da Comune di Forlì e dalla Fondazione musicale Angelo Masini. I 75 bambini dai 3 ai 6 delle tre classi dell’istituto hanno potuto compiere nel triennio un percorso unico in Emilia Romagna, con tutte le attività svolte che hanno visto al centro la musica, diventata parte integrante della loro vita scolastica. 

“L’assessorato alla cultura di Forlì ha sempre sposato questo progetto aiutandoci economicamente e costruendolo insieme a noi cinque anni fa – afferma Giovanni Ghini, presidente della Fondazione Angelo Masini – dandoci poi l’opportunità di portarlo nella scuola dell’infanzia il Quadrifoglio alla Cava nell’ultimo triennio. Lavorare con i bambini dai 3 ai 6 anni era l’unico percorso che ci mancava, perché abbiamo quello dai meno nove mesi ai tre anni e quello dai sei agli otto, e quindi abbiamo dato l’opportunità di conoscere l’importanza della musica anche in una nuova fascia d’età”.

“Siamo partiti chiedendo informazioni ad un asilo di Udine che svolgeva già questa attività poi abbiamo formato gli insegnanti per un anno e mezzo e nel 2021 siamo partiti. In futuro vogliamo portare questo progetto sperimentale in un’altra scuola forlivese ed entrare in una rete nazionale. La Simus (Scuola Infanzia Indirizzo Musicale) con sede in Lombardia ci ha già chiesto di far parte nel suo circuito avendo già avviato questo progetto e noi siamo ben lieti di farlo”.

Conferenza bilancio scuola materna dell'infanzia

Tanti sono stai i benefici che la musica ha portato nei bambini educandoli sotto tutti i punti di vista e soprattutto nel rapporto con gli altri. “La musica si è rivelata un facilitatore nella crescita e nello sviluppo psicofisico e affettivo dei bambini – spiega la professoressa Raffaella Alessandrini, una delle ideatrici del progetto - ed infatti a quell’età c’è un apprendimento rapido e i risultati lo hanno dimostrato. L’educazione al suono creata grazie ai percorsi musicali portati avanti dagli insegnanti giorno dopo giorno si è rivelata un fondamentale metodo pedagogico e ha permesso a quei bambini che hanno difficoltà motorie e cognitive di avere benefici come il rilassamento, ma anche a livello comportamentale. La musica è quindi diventata parte integrante della quotidianità di ognuno”.

“Tra le attività svolte c’è stata quella del giardino sonoro, dove i bambini dovevano decodificare il suono, capirne la provenienza e poi rappresentarlo con i disegni oppure il momento di canto di gruppo, dove ognuno doveva ascoltare il compagno. Un esercizio che ha permesso di lavorare insieme e di rispettare gli altri curando un aspetto formativo e inclusivo. Inoltre i ragazzi della scuola Masini sono andati spesso a suonare i loro strumenti al Quadrifoglio e una volta all’anno sono andati i bambini a visitare la scuola. Siamo davvero orgogliosi di questo progetto che vorremmo possa coinvolgere anche altri istituti forlivesi”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sperimentazione della scuola materna musicale, la musica ha aiutato 75 bambini a crescere e a rispettare gli altri

ForlìToday è in caricamento