Scuole, "La Nave" continua a ridurre le rette grazie alla raccolta fondi

"A tutte le famiglie con i figli iscritti al Nido e all'Infanzia non è stato infatti fatturato il 100% delle rette nel periodo in cui è stato interrotto il servizio causa covid-19", viene illustrato dalla preside Elena Morra

Per l'ultima settimana di febbraio, il mese di marzo, e ora anche per il mese di aprile, le "Scuole La Nave" rinunciano a gran parte delle rette scolastiche nonostante gli oltre 80 dipendenti, le spese fisse e il lavoro straordinario svolto in questo periodo dal corpo insegnanti e dal personale non docente. "A tutte le famiglie con i figli iscritti al Nido e all'Infanzia non è stato infatti fatturato il 100% delle rette nel periodo in cui è stato interrotto il servizio causa covid-19 - viene illustrato dalla preside Elena Morra -. Per gli alunni della Primaria lo sconto è invece del 75%, mentre per la Secondaria di primo grado si è richiesto solo il 50% della retta. È stata una scelta coraggiosa quella di rinunciare a una così importante parte delle rette".

Morra parla di "scelta unica nel suo genere come scuole paritarie del nostro territorio. Ciò è stato possibile anche grazie alla generosità di molte famiglie che hanno aderito alla campagna di raccolta fondi "Diventa una Stella". Ai nostri sostenitori va quindi la nostra gratitudine. Più di 60 famiglie hanno donato una retta simbolica da 250 euro e siamo sicuri ne seguiranno tanti altri. Presto, tutto questo sarà finito e allora potremo ammirare il muro dei sostenitori nel giardino della nostra scuola e ci ricorderemo di come abbiamo superato questo momento di crisi con il cuore colmo di gratitudine".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiunque - viene ricordato - può partecipare all'iniziativa visitando il sito web della nostra scuola, perché oggi sostenere l'educazione è altrettanto importante come sostenere il sistema sanitario e le famiglie in sofferenza economica. Noi, nel nostro piccolo, (e in collaborazione con Wizard) abbiamo recentemente donato 24 monitor lcd a famiglie bisognose di altre scuole proprio per poterli supportare nell'homeschooling, strumento fondamentale nel proseguimento didattico. Tante le donazioni dunque, ma anche tante manifestazioni di solidarietà che ci sono pervenute, come la lettera di un genitore che esprime gratitudine per quanto svolto in questo periodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento