rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Scuola

Scuole superiori, crescono le borse di studio: dalla Regione un contributo da oltre 300mila euro

L'assessora Salomoni: "Investire sull'istruzione è la migliore risposta durante i periodi di incertezza economica"

Più è difficile il contesto economico, più risulta fondamentale investire sull’istruzione per non lasciare indietro nessuno. Saranno 13.300 gli studenti che riceveranno le borse di studio finanziate dalla Regione Emilia-Romagna per l’anno scolastico 2022-23, con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente, in cui erano stati 10.672. Il tutto grazie allo stanziamento che la Giunta ha voluto aumentare di 500mila euro, portandolo a 2,75 milioni.

"In un contesto economico mondiale reso incerto dai conflitti in corso, dagli aumenti dei costi delle materie prime e dall’inflazione, la Regione Emilia-Romagna non arretra sull’impegno di garantire il diritto allo studio e contrastare l’abbandono scolastico, anzi incrementiamo le risorse - commenta l’assessora alla Scuola Paola Salomoni.- Mentre non abbiamo ancora certezze sui fondi che stanzierà il Governo, abbiamo deciso di fare la nostra parte senza attendere oltre per supportare le famiglie di tutti i ragazzi e le ragazze che ne hanno diritto".

I finanziamenti regionali, infatti, garantiranno le borse di studio per gli studenti del primo e del secondo anno delle scuole secondarie di secondo grado o iscritti ai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP). Per i restati studenti, per i quali la Regione ha già predisposto le graduatorie, occorrerà attendere il decreto ministeriale che stabilisce il riparto tra le Regioni dei fondi dedicati.

Le borse di studio

Le borse ammontano a 183 euro e saranno erogate direttamente dalle province e dalla Città metropolitana di Bologna a tutti gli aventi diritto che hanno risposto ai bandi nel periodo previsto tra il 5 settembre e il 26 ottobre scorso. Si tratta di ragazzi e ragazze appartenenti a nuclei familiari con Isee inferiore a 15.748 euro. È prevista poi una borsa maggiorata del 25%, pari cioè a 229 euro, per gli studenti che hanno conseguito una media pari o superiore al 7 e per quelli con disabilità. Complessivamente le risorse necessarie per conferire tali borse ammontano a 2.750.472 euro, con un incremento del 25% rispetto alla quota prevista per l’anno accademico precedente.

La distribuzione provinciale delle borse di studio

Nel territorio provinciale di Piacenza sono state assegnate 802 borse di studio per un ammontare complessivo di 167.696 euro, a Parma 1.455 borse per 298.189 euro, a Reggio-Emilia 1.706 borse per 352.908 euro, a Modena 2.381 borse per 489.497 euro, a Bologna 2.599 borse per 533.945 euro, a Ferrara 671 borse per 139.859 euro, a Forlì-Cesena 1.525 borse per 315.737 euro, a Ravenna 1.082 borse per 226.204 euro, a Rimini 1.079 borse per 226.437 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole superiori, crescono le borse di studio: dalla Regione un contributo da oltre 300mila euro

ForlìToday è in caricamento