Cronaca

Scuole superiori, la didattica in presenza resta al 50% almeno fino al 20 febbraio

Lo ufficializza il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari, in una circolare

La didattica in presenza alle superiori in Emilia-Romagna rimarra' al 50% fino a sabato 20 febbraio. Lo ufficializza il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari, in una circolare. La Regione ha infatti aggiornato l'Usr "riguardo il quadro pandemico sul territorio regionale - riferisce Versari - richiamando la necessita' di 'doverosa prudenza' nel definire livelli di circolazione delle persone superiori agli attuali, risulta confermata la necessita' di salvaguardare la riduzione delle interazioni fisiche tra le persone". La Direzione generale Sanita' della Regione, quindi, ha valutato "tecnicamente opportuno, nello specifico scolastico, il mantenimento per le prossime due settimane delle condizioni nelle quali viene ad oggi garantita la frequenza nelle scuole secondarie di secondo grado".

Di conseguenza, spiega Versari, "confermati i principi di ragionevolezza, prudenza e congruenza territoriale, d'intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna e con la Prefettura di Bologna, si conferma opportuno che, da lunedi' 8 febbraio e fino a sabato 20 febbraio, le lezioni degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado seguitino a garantire l'attivita' didattica in presenza al 50%, in attuazione di quanto definito dai piani operativi precedentemente predisposti con il coordinamento delle Prefetture e in conformita' alle disposizioni vigenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole superiori, la didattica in presenza resta al 50% almeno fino al 20 febbraio

ForlìToday è in caricamento