menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cannabis light, ricorso rigettato. La Corte di Cassazione: "Sequestri legittimi"

Al termine dell'udienza svoltasi giovedì scorso, la Quarta Sezione ha rigettato il ricorso presentato a seguito dell’ordinanza del tribunale del Riesame di Forli del 4 gennaio scorso

La Corte di Cassazione dichiara legittimi i sequestri di canapa light effettuati nell'ambito dell'operazione svolta il 13 dicembre scorso dalla Squadra Mobile di Forlì e coordinata dalla Procura mercuriale. Al termine dell'udienza svoltasi giovedì scorso, la Quarta Sezione ha rigettato il ricorso presentato a seguito dell’ordinanza del tribunale del Riesame di Forli del 4 gennaio scorso, che aveva accolto in toto le motivazione presentate dal sostituto procuratore Filippo Santangelo. 

Nella circostanza il giudice aveva ritenuto in linea con la normativa vigente l’attività coordinata dal pubblico ministero Santangelo e svolta dalla Squadra Mobile. La decisione della Corte di Cassazione è in linea con la sentenza  30475/2019: i giudici hanno condannato i ricorrenti al pagamento delle spese processuali. In occasione dell'operazione, vennero perquisiti tutti gli esercizi commerciali/distributori automatici, di infiorescenze di canapa light non in linea con quanto previsto dalla normativa vigente (legge 242/2016 sulla vendita di prodotti di canapa light). 

VIDEO -  "Inflorescenze grezze non hanno un uso ornamentale, le fumano"

All’interno degli esercizi commerciali, durante le perquisizioni, vennero rinvenute numerose infiorescenze, custodite in svariato modo, poste sotto sequestro, per un peso complessivo di 73 chili e dal valore commerciale di circa 750mila euro. A breve saranno depositate le motivazioni della sentenza che permetteranno di leggere le argomentazioni della Suprema Corte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento