Droga dello sballo e non solo: la Squadra Mobile effettua un sequestro record di anfetamine

L'operazione, coordinata dal sostituto procuratore Filippo Santangelo, rientra nell'ambito dell'indagine "Elite", che negli ultimi anni ha portato a diversi arresti e catture in Romagna

E' il più ingente sequestro di anfetamine avvenuto a Forlì. La sezione antidroga della Squadra Mobile di Forlì ha tolto sul mercato oltre 2,7 chili di stupefacente allo stato "grezzo", dal quale si sarebbero potuti ricavare ecstasy ed anabolizzanti per oltre 55mila pasticche. Il valore sul mercato si aggira intorno ai 900mila euro. L'operazione, coordinata dal sostituto procuratore Filippo Santangelo, rientra nell'ambito dell'indagine "Elite", che negli ultimi anni ha portato a diversi arresti e catture in Romagna, permettendo di disarticolare più sodalizi criminali composti da italiani ed albanesi.

GLI APPOSTAMENTI - In manette è finito un 44enne di nazionalità bulgara, già noto alle forze dell'ordine per ricettazione, ora in carcere a disposizione della magistratura. L'individuo, residente nel comune di Cesena, ma di fatto domiciliato a Forlì, commercia veicoli per l'estero. Da giorni gli investigatori della Squadra Mobile erano sulle tracce del trafficante, seguendone i movimenti nella zona del quartiere Coriano. I continui servizi di appostamento ed osservazione nei suoi confronti, hanno permesso cogliere i movimenti sospetti dello straniero, che nelle ore serali si recava nello stabile in stato di abbandono adiacente la sua abitazione.

IL BLITZ - Il blitz degli uomini della Sezione Antidroga è scattato martedì mattina quando l’arrestato, dopo un incontro con altro soggetto nei pressi dell’abitazione, ha effettuato l’ennesimo ingresso nello stabile abbandonato. All'attività ha partecipato anche Amanda, un pastore tedesco del gruppo cinofili della Guardia di Finanza di Ravenna. La droga è stata trovata in quello che era un bagno all'interno di una borsa termica. Secondo gli inquirenti lo stupefacente era destinato non solo nel territorio forlivese, ma anche in Riviera in vista della stagione estiva. Le indagini proseguono per chiarire la provenienza del consistente quantitativo e risalire ai cosiddetti laboratori di lavorazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento