Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Da Mercoledì del cuore a 'Serate del cuore', l'estate in centro raddoppia: e si strizza l'occhio alle eccellenze locali

Il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e l'assessore al Centro storico Andrea Cintorino hanno presentato mercoledì mattina le novità di 'Centriamo tutti'

Era il 1 giugno 2005 quando Forlì vide il primo mercoledì di eventi estivi serali in centro, il nucleo di quello che poi diventeranno i 'Mercoledì del cuore'. A distanza di 16 anni da quell'esperienza, che si è trascinata di estate in estate - sempre con un buon successo di pubblico e poi copiata in altre città vicine –, il Comune di Forlì ha deciso di fare il tagliando all'iniziativa, mettendo in archivio la denominazione di 'Mercoledì nel cuore', ma non la serata, che anzi raddoppia.

Il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e l'assessore al Centro storico Andrea Cintorino hanno presentato mercoledì mattina le novità di 'Centriamo tutti', le due serate del mercoledì e del venerdì che partiranno a giugno, per poi proseguire nel mese di luglio, con l'idea anche di addentrarsi ai primi giorni di agosto. Non solo, oltre alle due serate, nel pacchetto previsto dal Comune c'è anche il sabato mattina, inteso come promozione principalmente delle colazioni al bar, “coccole” magari prima di partire per la classica gita al mare del weekend. 

Con un finanziamento di 70mila (un contributo previsto dalla Regione) il Comune ha rinnovato la formula e provvederà presto a promuoverla mediante una campagna pubblicitaria fortemente incentrata sui social. “Il mercoledì sera resta per le famiglie e per i giovani, favoriremo micro-eventi per non avere richiami di grande pubblico che possono favorire gli assembramenti; il venerdì sera invece avrà un taglio culturale, con la previsione di visite guidate e altre iniziative, il sabato è pensato per la colazione, magari con offerte di prodotti particolari per invogliare le persone a passare in centro”, spiegano l'assessore al Centro Andrea Cintorino e il capo di gabinetto, referente per gli eventi, Antonio Guarini. Confermata la formula degli eventi diffusi in strada, con la possibilità - è allo studio - anche di realizzare mercatini.

“I centri storici sono difficili da gestire, non solo a Forlì ma in tutt'Italia – spiega da parte sua il sindaco Zattini -. Noi intendiamo metterci le risorse economiche e non ci spaventano le polemiche, consapevoli che su temi così complessi non tutti possono essere d'accordo”. Nello stesso pacchetto del centro storico, conferma Zattini, il Comune sta valutando la possibilità di spostare il mercato ambulante di piazza Saffi, “un aspetto che va valutato con la massima attenzione”.

Il progetto per quest'anno è stato affidato a bando ad Iscom Group che ha effettuato anche un censimento delle attività in centro storico, che sono circa 550, di queste già 250 hanno compilato la scheda per le iniziative comuni di 'Centriamo tutti', altre 200 la stanno valutando e la manderanno nei prossimi giorni e infine circa un centinaio coloro che hanno rifiutato l'inclusione nel progetto. L'iniziativa resta centrata su bar e ristranti, data la sua tipologia, ma chiede anche l'apertura straordinaria dei negozi per lo shopping serale, che però, in verità, non ha mai preso particolare piede: "Serata di passeggio, magari con una sosta al ristorante, e acquisti sono due momenti anche psicologicamente diversi - spiega il sindaco -. Ma c'è comunque una visibilità, perché il cliente magari si innamora di un paio di scarpe e poi torna i giorni successivi a comprarle". Per cui l'invito ai negozianti è di tenere i negozi aperti e le vetrine belle e accese. Vengono inoltre favoriti piccoli eventi anche dei negozianti, per esempio dimostrazioni di prodotti, in strada. Il programma delle 'Serate del cuore' non è ancora definitivo. 

andrea-cintorino-presentazione-eventi-estivi-27-5-2021-centriamo-tutti-2

andrea-cintorino-presentazione-eventi-estivi-27-5-2021-centriamo-tutti-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Mercoledì del cuore a 'Serate del cuore', l'estate in centro raddoppia: e si strizza l'occhio alle eccellenze locali

ForlìToday è in caricamento