menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio civile, quattro posti alla Misericordia: "Un'occasione formativa per i giovani"

"Si tratta di un’occasione formativa per i giovani che può arricchire i loro curricula con percorsi socio sanitari", viene spiegato

"Non più soli". La Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe mette a disposizione quattro posti per il servizio civile, "un’opportunità di sostegno alle persone più deboli aiutandole nelle esigenze di accompagnamento a visite mediche, terapie e nelle necessità di socializzazione. Si tratta di un’occasione formativa per i giovani che può arricchire i loro curricula con percorsi socio sanitari". E' possibile presentare domanda fino alle 14 dell'8 febbraio.

Ai giovani che presteranno il servizio (settimanale da 25 ore per dodici mesi) spetta un assegno mensile pari a 439,50 euro. Possono presentare domanda i giovani che sono cittadini italiani o comunitari o extracomunitari purché regolarmente soggiornanti in Italia; fra i 18 e i 28 anni (ovvero fino al giorno antecedente il compimento dei 29 anni); inoccupati, inattivi o disoccupati.

Non possono presentare domanda i giovani che hanno già svolto servizio civile nazionale; che abbiano avuto o hanno con la Misericordia (sede del progetto) un rapporto di lavoro o di collaborazione retribuito nell’ultimo anno; e che abbiano riportato una condanna penale superiore ad un anno di reclusione. Gli aspiranti candidati dovranno oprodurre la domanda di partecipazione utilizzando la piattaforma Dol (domanda on line), che consente di compilare e inviare, direttamente all’ente che realizza il progetto, la tua domanda di partecipazione.

La selezione dei candidati sarà effettuata dal personale della Misericordia. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri 0543818252, 338369861 oppure presentarsi alla sede di Forlì Via Cerchia 101, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. Il servizio civile offre tra l'altro crediti formativi, un attestato di partecipazione; il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite; la valutazione dell’esperienza nei Concorsi Pubblici con le stesse modalità e
lo stesso valore del servizio prestato alla Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza; il riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile). Sono consentiti permessi di assenza variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi) ed altri permessi straordinari per circostanze specifiche come la partecipazione ad esami universitari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento