Difficoltà erettile, l'uomo chiede aiuto: in tanti sul lettino del sessuologo

Crescono in Romagna le persone che si rivolgono agli psicologi per disturbi sessuali. Incredibilmente, negli studi dei sessuologi, arrivano molti più uomini che donne e il problema più diffuso è la difficoltà erettile

credit tm news infophoto

Crescono in Romagna le persone che si rivolgono agli psicologi per disturbi sessuali. Incredibilmente, negli studi dei sessuologi, arrivano molti più uomini che donne e il problema più diffuso è la difficoltà erettile. Lo conferma a Romagnaoggi, Fabio Molari ,39 anni, psicologo psicoterapeuta, laureato presso la Facoltà di Psicologia di Bologna e specializzato in psicoterapia breve strategica e si occupa anche di disturbi della sfera sessuale. Esercita a Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini.

In cosa consiste il mestiere del sessuologo?
La sessuologia è una disciplina che studia la sessualità nei suoi aspetti socio-culturali, medici e psicologici; in realtà però in Italia non esiste una figura specifica e dunque un albo dei sessuologi. In genere i problemi sessuali di origine medica vengono trattati da andrologi e urologi, mentre quelli di tipo psicologico, che sono la maggioranza, vengono trattati da psicologi che hanno fatto corsi specifici di specializzazione o da psicologi specializzati in psicoterapia. Possiamo dire che normalmente quello che viene definito sessuologo è uno psicologo o un medico che utilizza delle tecniche psicologiche per risolvere un problema che di solito è di origine psicologica.

Come è cambiato l'approccio dei pazienti che si rivolgono a lei per disturbi della sfera sessuale, anche in termini numerici di affluenza?
Si può affermare che negli ultimi anni il numero di persone che si rivolgono a psicologi per problemi sessuali è aumentato in maniera esponenziale rispetto al passato, sia perchè i problemi sono aumentati sia perchè c'è molta meno paura e imbarazzo nel rivolgersi ad un esperto riguardo ad un tema così delicato. Di solito l'iter tipico dei maschi è quello di rivolgersi al medico di base, che indirizza ad un urologo o andrologo, che a sua volta dopo che gli esami di rito risultano negativi, consiglia un approccio psicologico; per le donne invece spesso c'è subito la scelta dello psicologo.

Fabio Molari-2 Fabio Molari

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quali sono i problemi più frequenti che le vengono sottoposti ?
Il problema più diffuso in assoluto è la difficoltà erettile nel maschio: in particolare, nella maggior parte dei casi la perdita di erezione durante il rapporto e in minor percentuale la totale assenza di erezione fin dall'inizio del rapporto. Per quanto riguarda la donna il problema più "gettonato" è l'incapacità di raggiungere l'orgasmo.

A lei si rivolgono più donne o uomini?
La percentuale di uomini è nettamente maggiore rispetto quella delle donne. Dal mio punto di vista questo effetto è determinato dal fatto che nell'uomo l'assenza di erezione non permette rapporti concreti e dunque favorisce la richiesta di aiuto; inoltre, l'uomo subisce maggiormente la difficoltà sessuale dal punto di vista psicologico. Chi ha questi problemi spesso non si sente "virile" e vive un senso di inadeguatezza, nonchè molta paura del giudizio da parte della donna

Cosa pensa dell'enorme successo della trilogia Cinquanta sfumature? Perchè le donne impazziscono per questa storia di sottomissione?
Personalmente non conosco e non ho letto questi libri, tuttavia a quanto mi riferiscono pazienti e conoscenti pare che l'abilità della scrittrice sia quella di aver messo nella trama molti tabù della sessualità e aspetti un po' perversi. Ma questo non deve stupirci poichè da sempre la letteratura e l'arte in generale sono utili a sublimare i nostri desideri e istinti e le nostre curiosità più recondite, non solo in campo sessuale. Nessuno guarda i film tipo "Rambo" pensando: "Che persona volgare e violenta !", d'altro canto la maggior parte delle persone, pur  esaltandosi a guardarlo, non ne imita le gesta !!

Quali sono i tabù più radicati nel sesso, se ancora ce ne sono, e quali sono stati sdoganati?
Per quanto riguarda i tabù, attualmente viviamo un momento storico in cui si può dire tutto e il contrario di tutto, nel senso che ci sono molte persone estremamente"moderne" nell'approccio al sesso così come tante altre lo vivono ancora in modo molto introverso e morigerato. Possiamo dire che nella società occidentale moderna è molto ampio lo spettro di atteggiamenti verso la sessualità. E non dimentichiamo che comunque i tabù servono a rendere più eccitante la cosa !

Secondo lei gli adolescenti di oggi sono troppo precoci nell'approccio al sesso?
La sessualità in adolescenza è un argomento molto delicato e parlarne comporta non solo aspetti psicologici, ma anche e soprattutto visioni etiche differenti.   Sicuramente si può dire che in molti casi i giovani si avvicinano molto presto alla sessualità e questo rispecchia la nostra società fatta di "tutto e subito", dove la conoscenza è accessibile a chiunque e in qualsiasi momento. Quello che mi preme sottolineare è che ritengo imprescindibile l'educazione sessuale nelle scuole, malgrado ci siano ancora molte persone ingenue o bigotte che ritengano che significhi istigare alla sessualità !!
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Covid-19, un'altra vittima a Forlì. Nessun contagiato nelle ultime ore e altri 9 guariti

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • Il bonus per le bici svuota i magazzini, finalmente un sorriso per una categoria: "Rientriamo delle perdite"

Torna su
ForlìToday è in caricamento