menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edizione 2012 da record per la Settimana del Buon Vivere

Si chiude con numeri in forte crescita (nel 2011 le presenze erano state 17mila) la terza edizione della Settimana del Buon Vivere, manifestazione nazionale sul Benessere equo e sostenibile svolta dal 24 al 30 settembre

Ventiduemila presenze, 130 eventi, circa duemila studenti coinvolti, quasi cinquantamila pagine visualizzate nel sito web. Si chiude con numeri in forte crescita (nel 2011 le presenze erano state 17mila) la terza edizione della Settimana del Buon Vivere, manifestazione nazionale sul Benessere equo e sostenibile svolta dal 24 al 30 settembre a Forlì-Cesena. Più di 350 i relatori, coordinatori e ospiti degli eventi, che hanno avuto luogo a Forlì, Cesena e dintorni attorno al tema comune “Fragile: trasportiamo futuro”.

Cifre che sono state presentate ai partner e ai volontari della Settimana in un incontro a cui ha preso parte anche Serena Dandini. La popolare presentatrice e scrittrice – da sempre una delle amiche più care della manifestazione e “madrina” ideale di tutta l'iniziativa – sarà certamente una delle protagoniste dell'edizione 2013. «Siamo molto soddisfatti di questo successo – ha spiegato l'ideatrice della Settimana del Buon Vivere, Monica Fantini – e stiamo già lavorando per il prossimo anno. Le parole d'ordine per noi saranno qualità e continuità, e in questo dobbiamo ringraziare tutti coloro che, tra le oltre 140 imprese ed istituzioni coinvolte ci hanno regalato l'entusiasmo, la passione e la forza per andare avanti, anche quando non sembrava possibile». Tra questi una menzione speciale va al Prefetto Angelo Trovato, il cui mandato si conclude proprio in questi giorni «e che ci ha fatto sentire sempre la propria vicinanza e il proprio sostegno, partecipando in prima persona a gran parte degli eventi sin dalla prima edizione», ha detto Monica Fantini.

Un applauso convinto anche per i tantissimi giovani volontari, quasi cento, che hanno donato il proprio tempo e le proprie energie per la buona riuscita della manifestazione, animando con creatività tutte le iniziative e il BV OFF, il quartier generale di piazzetta dell'Antica Pescheria. Al suo interno è stato ospitato un calendario parallelo di eventi eterogenei ed autogestiti a cui hanno preso parte più di mille persone, entusiaste di riscoprire uno spazio del centro storico di Forlì da tempo non più agibile. «La nostra forza sono i giovani, per cui vogliamo dare continuità a questa esperienza – ha spiegato Monica Fantini, che ha aggiunto: «Stiamo cercando locali del centro in cui stabilirci in maniera permanente con un nostro spazio». Tra gli eventi più seguiti dal pubblico il talk show inaugurale con Daria Bignardi, la conferenza scenica di Mario Tozzi, l'incontro con gli studenti del chimico Vincenzo Balzani, l'intervista a Concita De Gregorio, la riflessione sulla cultura con Gabriele Lavia ai musei San Domenico.

Hanno riscosso grande interesse le esperienze innovative di partecipazione dei cittadini come il Campus Cloud di Phil Taylor, quest'anno in versione “Yourope” per i cittadini europei, il World Cafè sulla cultura con Wu Ming 2, l'evento finale di Bellacoopia regionale e il convegno sulla sicurezza stradale nel weekend condotto da Mauro Tedeschini e Giordano Biserni. Applausi a scena aperta per i mattatori come Dario Vergassola e le emozioni di un immenso musicista come Marco Sabiu, ma anche per gli scienziati e i medici come Mauro Ferrari, in collegamento in diretta da Houston, Dino Amadori e Sara Farnetti. Fra i tanti prestigiosi patrocini della manifestazione promossa da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST anche quest'anno spicca quello del Pontificio Consiglio della Cultura, con cui è stato organizzato – in un Teatro Fabbri strapieno in ogni ordine di posti - il dialogo interculturale moderato da Giuliano Giubilei fra l'artista ebreo Moni Ovadia, il priore di Bose Enzo Bianchi, il marabutto della confraternita senegalese dei Mourid Serigne Mame Mor Mbackè, Padre Theodore Mascarenhas e l'Imam di Milano Yahya Sergio Yahe Pallavicini.

La Settimana e gli eventi partner hanno ricevuto una grande eco sui media locali e nazionali, con servizi e collegamenti in diretta tutti i giorni su Radio Due Decanter e riscontri sulle principali testate, dal Corriere della Sera a Repubblica, fino al TG5 e a Radio 24 Il Sole 24 Ore. Una promozione forte per la comunità di Forlì-Cesena è venuta anche dai social network e dai new media. Solo per il challenge “#buonvivere è...” dedicato a Instagram, Twitter e Facebook sono arrivate più di 800 fotografie da appassionati di tutta Italia. La vincitrice, per la cronaca, è stata Helene Lagorio, di Reggio Emilia. Sul sito www.settimanadelbuonvivere.it sono disponibili tutte le immagini, i filmati e la rassegna stampa della Settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlimpopoli, lavori su via Tagliata, usare percorsi alternativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento