rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Volontariato

Si arruolano nuove guardie ecologiche volontarie: ai nastri di partenza un corso di formazione gratuito

Le iscrizioni del corso chiudono l'8 marzo: il modulo e il programma delle lezioni con informazioni più dettagliate si possono trovare su www.gevforli.it oppure direttamente il martedì sera dalle 20:30 alle 22:30 nella sede in via Cadore 75

Il Raggruppamento Guardie Ecologiche Volontarie di Forlì organizza un corso gratuito per diventare Guardia Ecologica Volontaria (Gev). Sono disponibili 60 posti: sono previste 72 ore di lezioni teoriche e 9 di esercitazioni pratiche che si svolgeranno il martedì e il venerdì sera a Forlì in via Cadore 75 a partire dal 10 marzo, più 16 ore di uscite sul territorio. Le iscrizioni del corso chiudono l'8 marzo: il modulo e il programma delle lezioni con informazioni più dettagliate si possono trovare su www.gevforli.it oppure direttamente il martedì sera dalle 20:30 alle 22:30 nella sede in via Cadore 75 (per informazioni telefoniche 3201720310).

Questi gli argomenti trattati: disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica; volontariato e figura giuridica delle Gev; leggi di interesse ambientale, aree naturali protette, ecologia e principi relativi allo sviluppo sostenibile, ambiente naturale come sistema; tutela del paesaggio e del verde urbano; tutela della fauna selvatica e benessere animale; regolamentazione della raccolta dei prodotti del sottobosco, regolamento forestale; spandimenti agronomici; smaltimento dei rifiuti, inquinamento luminoso; educazione ambientale. Al termine del corso, avendo frequentato almeno 73 ore sulle 97 previste, si sostiene un esame finale con una commissione nominata dalla Regione Emilia-Romagna, superato il quale la Regione redige l’atto di nomina a Guardia Giurata Ecologica Volontaria, in seguito la Prefettura rilascia un decreto di guardia giurata volontaria che rende la Gev operativa.

Chi non è interessato a svolgere l’attività come guardia giurata, può comunque iscriversi al Raggruppamento come Collaboratore Gev (per questo non occorre il corso) e dedicarsi alle tante attività che questa associazione svolge, anche affiancando le Gev nel loro servizio di vigilanza. La Guardia Ecologica Volontaria durante il servizio di vigilanza riveste la funzione di pubblico ufficiale con il potere di verbalizzare le infrazioni rilevate comportanti una sanzione amministrativa. I compiti delle Guardie Ecologiche sono il controllo e vigilanza di: aree protette, flora spontanea protetta, raccolta prodotti del sottobosco, alberi monumentali, raccolta funghi e tartufi, regolamento forestale, fauna minore, salvaguardia rete escursionistica, abbandono rifiuti, benessere animale e anagrafe canina, spandimento agronomico dei liquami, rispetto delle ordinanze del sindaco o regolamenti riguardanti l’ambiente emessi da altri enti competenti. Inoltre le GEV si occupano di educazione ambientale e di Protezione Civile.

La regolamentazione da leggi regionali, differenzia le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) dalle guardie giurate di altre associazioni che si occupano di protezione dell’ambiente, la loro specificità è sottolineata anche dalla circolare del Ministero dell’Interno del 28/06/2017 con la quale riserva la competenza sulla vigilanza ecologica e ambientale volontaria, esclusivamente alle guardie ecologiche o ambientali regolate da apposite leggi regionali (come la L.R. 23/89 dell’EmiliaRomagna). I requisiti per fare la guardia giurata e per l’iscrizione al corso sono quelli richiesti dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si arruolano nuove guardie ecologiche volontarie: ai nastri di partenza un corso di formazione gratuito

ForlìToday è in caricamento