Si celebra la Giornata degli alberi, cresce un boschetto urbano a Cà Ossi

"Purtroppo, le attuali condizioni di emergenza non hanno consentito di svolgere questo importante momento come avremmo voluto, e cioè alla presenza degli studenti e dei professori della scuola secondaria di primo grado Pietro Zangheri di via Ribolle”

Nella mattina di sabato 21 novembre, in una forma simbolica per il rispetto della normativa anti covid, Forlì ha celebrato la Giornata nazionale degli Alberi. “Purtroppo, le attuali condizioni di emergenza non hanno consentito di svolgere questo importante momento come avremmo voluto, e cioè alla presenza degli studenti e dei professori della scuola secondaria di primo grado Pietro Zangheri di via Ribolle” spiega l’Assessore all’Ambiente del Comune Giuseppe Petetta. L’emergenza, però, non ha fermato l’evento programmato per quest’anno che concretizzerà la nascita di un boschetto urbano nel quartiere di Cà Ossi, nuovo spazio per la socialità, in cui praticare sport o trascorrere tempo libero all’aria aperta. Alle ore 09.30, nell'area verde di via Gerolamo Amaducci, sono iniziate le attività per la messa a dimora di 25 alberi di varie specie: Farnia, Ciliegio selvatico, Acero campestre, Gelso bianco e Pero comune. Alla cerimonia di inizio lavori e alla piantumazione degli alberi sono intervenuti, insieme all’Assessore, i tecnici delle Unità Ambiente e Verde del Comune di Forlì, una rappresentanza del WWF, delle Guardie Ecologiche volontarie e del Comitato di Quartiere Cà Ossi.

“La Giornata nazionale degli Alberi – sottolinea Petetta – è per noi qualcosa di più di una ricorrenza nazionale. E’ un momento fondamentale di educazione civica e di formazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio ambientale. Per questo motivo, pur non potendo svolgere l'attività in presenza, ne condivideremo a distanza i valori e i principi: nelle scuole e nel territorio, con i cittadini e con l’associazionismo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento