rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Si chiude il Festival del Buon Vivere, l'edizione diventa un libro dal titolo “Il Buon Vivere (Good Living) as Relationship Economy”

Si è chiusa domenica la tredicesima edizione del Festival del Buon Vivere dal titolo “In relazione”. Un percorso animato da anteprime già a partire dall’11 settembre

Si è chiusa domenica la tredicesima edizione del Festival del Buon Vivere dal titolo “In relazione”. Un percorso animato da anteprime già a partire dall’11 settembre, dall’inaugurazione della Mostra Fotografica Civilization e dalle oltre 100 iniziative che, dal 17 settembre, si sono alternate e integrate tra Forlì e la Romagna. Ancora una volta i grandi nomi e le personalità del mondo dell’economia, della letteratura, delle scienze, della sociologia, della filosofia, dell’arte e della cultura in genere, dall’Italia così come dall’Europa e dal Mondo, si sono dati appuntamento nella nostra città per mettersi in relazione e discutere sui temi cardine del buon vivere come “economia della relazione”. Equità, uguaglianza, giustizia, bene comune e sostenibilità gli obiettivi che necessitano della nostra partecipazione attiva per educarci e per educare a relazioni che sono la spinta al progresso responsabile e alla pace. E nell’incontro va inclusa la relazione più difficile da immaginare, ma che meglio dimostra la nostra sincera disponibilità verso gli altri, è quella con chi ancora non c’è ma che si troverà in dote ciò che sapremo loro lasciare. Oltre 100 le Associazioni e gli enti coinvolti in questo impegno che mantiene, ogni anno, la porta aperta a ogni altra esperienza che voglia aggiungersi arricchendone il percorso.

“Per il Buon Vivere l’altro da noi ci comprende e in questo è sempre fonte di responsabilità e di interesse, il compagno di viaggio con cui affrontare la sfida di un futuro fatto di solidarietà e di reciproco sostegno. E queste giornate ci hanno ancora una volta dimostrato – sostiene Monica Fantini - vista la partecipazione straordinaria di pubblico, di quanto questi temi siano attuali e centrali.” Moltissimi gli eventi in programma che hanno visto il tutto esaurito tra quelli svolti al San Giacomo, quelli alla cittadella e quest’anno anche in altre location in maniera diffusa tra Meldola, Forlimpopoli, Dovadola e altri. 

Inoltre, in questa edizione il buon vivere è diventato anche un libro dal titolo “Il Buon Vivere (Good Living) as Relationship Economy”. Questo Testo, sostenuto dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì ed edito dal Mulino, ha visto la partecipazione di dieci dipartimenti universitari e, curato da Monica Fantini, Stefano Farolfi, Fabio Lazzari e Luca Mazzara, diventa strumento formativo per le scuole e le università in Italia e in Europa. Il 9 e il 10 febbraio, il Buon Vivere approderà in Francia per la sua presentazione e successivamente a Bruxelles.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si chiude il Festival del Buon Vivere, l'edizione diventa un libro dal titolo “Il Buon Vivere (Good Living) as Relationship Economy”

ForlìToday è in caricamento