rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Università

Si è laureato lo scorso maggio: al giovane ingegner Mattia Rossi la quarta edizione del Premio Persiani

Il premio (3mila euro) è stato assegnato al giovane ingegnere Mattia Rossi, fresco di laurea conseguita nello scorso mese di maggio all’Università di Bologna (Campus di Forlì)

Rocca delle Caminate ha ospitato l’atto conclusivo della quarta edizione del Premio Persiani, riservato a giovani laureati in Ingegneria Aerospaziale con tesi di laurea magistrale sul tema “Innovazione per il settore aeronautico”, promosso da Ser.In.Ar., Centro Studi Franco Persiani e Associazione Italiana di Aeronautica ed Astronautica. Il premio (3mila euro) è stato assegnato al giovane ingegnere Mattia Rossi, fresco di laurea conseguita nello scorso mese di maggio all’Università di Bologna (Campus di Forlì) la cui tesi, particolarmente apprezzata dalla Commissione giudicatrice (composta dai professor Luca Piancastelli, Erasmo Carrera, Leonardo Lecce, Caterina Grillo e Francesco Marulo), ha come tema “Analisi vibro-acustica di metamateriali  acustici stampati con tecnica additiva”.

Le ricerche e gli studi di Mattia Rossi hanno come obiettivo quello di ridurre il rumore all’interno della fusoliera di un aereo, con particolare riferimento alle basse frequenze (sotto i 2.000 hertz), estremamente dannose per l’orecchio umano e anche per le strutture della fusoliera stessa. I metamateriali acustici, oggetto della tesi, sono stati prototipizzati con tecnologia FDM (Deposizione e Modellazione del filamento fluido) per ottenere il massimo della riduzione dell’intensità dell’onda acustica. Le verifiche preliminari hanno già offerto risposte positive sulla bontà del design di tali materiali.

L’evento, condotto da Paolo Persiani, figlio di Franco, è stato anche l’occasione per fare memoria dell’illustre professore, scomparso il 30 ottobre 2015, che insieme al senatore Leonardo Melandri, ha avuto un ruolo di primo piano per il decentramento dell’Università di Bologna in Romagna ed è stato l’artefice della creazione a Forlì della seconda Facoltà di Ingegneria Aerospaziale e Meccanica, di cui fu preside per lunghi anni, dell’avvio del Ciri Aerospace (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale) e del progetto Ciclope nelle ex gallerie Caproni di Predappio. 

Durante l’iniziativa è stato presentato anche il volume “L’Aeronautica Caproni Predappio” (edizioni Paolo Emilio Persiani), che ne ricostruisce la storia, percorrendone le varie tappe in pieno ventennio fascista, tramite diversi saggi, fra cui quelli di Giancarlo Gatta, Giacomo Mariani D’Altri e Piero Valpiani, presenti alla conferenza, a cui hanno preso parte anche Luca Lambruschi (vice-sindaco di Predappio), Dario Maio (presidente di Ser.In.Ar.), Emanuele Menegatti (presidente del Campus di Forlì), Gaetano Bergami (amico di Persiani e imprenditore del settore aeronautico), Marco Catalano (assessore del Comune di Forlì), Erasmo Carrera (presidente dell’Associazione Italiana di Aeronautica ed Astronautica) e Luca Piancastelli (docente del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Bologna e per anni collaboratore di Persiani).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è laureato lo scorso maggio: al giovane ingegner Mattia Rossi la quarta edizione del Premio Persiani

ForlìToday è in caricamento