menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si inventa un escamotage per "regolarizzare" l'auto sequestrata: denunciato

L’uomo lo scorso luglio era stato trovato a bordo della sua auto mentre circolava senza assicurazione

Un 54enne, residente a Forlì è stato denunciato a piede libero dagli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato per "falsità ideologica in atti pubblici" e "sottrazione di cose sottoposte a sequestro a lui affidate in custodia". L’uomo lo scorso luglio era stato trovato a bordo della sua auto mentre circolava senza assicurazione. Il veicolo era stato sequestrato e affidato in custodia al proprietario stesso come previsto dalla legge, con l’obbligo di mantenerlo a disposizione in luogo privato.

Nell’occasione i documenti di circolazione erano stati trattenuti dalla Polizia. Un paio di mesi si era presentato all’Ufficio denunce formalizzando una dichiarazione di smarrimento, grazie alla quale aveva ottenuto dalla Motorizzazione un duplicato. Aveva anche rinnovato l’assicurazione, in modo da fare apparire regolare la circolazione del veicolo in caso di controlli di Polizia. Questo stratagemma non è però servito.

Venerdì pomeriggio una Volante ha intimato l’alt al veicolo, in quella circostanza condotto dalla figlia. Nel corso della verifica è emerso che l’auto era ancora gravata del provvedimento di sequestro e affidamento in custodia al domicilio del proprietario, e che i documenti originali erano sempre rimasti in custodia all’organo di Polizia che aveva proceduto alla contestazione in luglio.

Gli agenti si sono insospettiti nel vedersi esibire un duplicato regolarmente emesso dalla Motorizzazione e sono andati a fondo scoprendo quindi l’inganno. Il veicolo è stato nuovamente sequestrato, così come i documenti ottenuti in modo fraudolento, e l’autore, nel frattempo convocato in Questura, è stato denunciato alla magistratura.

Foto di archivio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento