menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si spostava con la "Golf", preso lo spacciatore di via Firenze

Spacciava la cocaina nella zona di Villa Rovere. Una soffiata arrivata alla Squadra Mobile, sotto la guida del dirigente Claudio Cagnini, ha permesso di catturare il pusher

Spacciava la cocaina nella zona di Villa Rovere. Una soffiata arrivata alla Squadra Mobile, sotto la guida del dirigente Claudio Cagnini, ha permesso di catturare il pusher. Si tratta di un macedone di 45 anni, incensurato, da tempo disoccupato. Perso il lavoro come operaio edile, si è infatti inventato spacciatore. Lo straniero, residente a Castrocaro ed in regola col permesso di soggiorno, si spostava con una "Golf" nera.

Gli inquirenti l'hanno pizzicato più volte mentre incontrava i suoi clienti nei pressi di alcuni bar di via Firenze. Martedì sera gli agenti hanno deciso di fermarlo: a bordo della vettura non c'era nulla di compromettende, ma l'individuo alla vista dei poliziotti si è innervosito. La perquisizione si è estesa anche nella sua abitazione, dove risiede in affitto da settembre senza pagare la proprietaria.

Nel bagno, nascosti in un paio di calzini appallottolati che si trovavano nel cesto della biancheria sporca, sono spuntati 20 grammi di cocaina in sassi ed altri 9 divisi in dodici dosi e pronti per esser spacciati. Gli agenti hanno inoltre sequestrato 50 grammi di mannite, utilizzata per tagliare la droga, un bilancino di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi. Il giudice Giorgio Di Giorgio (pubblico ministero Antonio Vincenzo Bartolozzi) ha convalidato l'arresto: giovedì l'imputato ha patteggiato 21 mesi di reclusione e 6mila euro di multa (pena sospesa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento