Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

La testimonianza del sindaco di Tredozio Vietina: "Treni locali strapieni, nessun controllo"

"Assembramenti continui, ben oltre il limite dell’80% di capienza. Se lo Stato di Emergenza è reale, perché nessuno vigila?", si chiede

"Il Paese sta mettendo a bilancio milioni di euro per il distanziamento nelle scuole poi basta salire su un mezzo pubblico per vedere ignorata ogni norma relativa alla capienza". A portare la testimonianza è il parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio, Simona Vietina: "Mercoledì pomeriggio, sulla tratta Bologna-Faenza, il treno su cui sono salita ha rapidamente raggiunto il 100% della capienza dei posti a sedere e l’80% di quelli in piedi con l’inevitabile conseguenza di dare vita a un grande assembramento lungo tutto il treno".

"Interpellato il controllore mi è stato prima fatto notare che il controllo degli accessi non sarebbe spettato a lui e che, comunque, si trattava di una situazione di emergenza a seguito di un grave incidente sulla linea che ha reso inutilizzabile un treno - prosegue Vietina -. A questo punto vorrei sapere: di chi è competenza il monitoraggio degli accessi sul treno? Di chi è la responsabilità di verificare che la capienza all’80% venga rispettata? Una situazione come quella di ieri rischia di vanificare le misure messe in campo con tante difficoltà da docenti e personale scolastico. Se distanziamento deve essere, allora deve essere ovunque, non soltanto dove è conveniente metterlo in atto".

"Altrimenti sarà evidente che lo Stato di Emergenza è solo una scusa per mantenere in piedi un Governo che continua a perdere pezzi, permettendo al Presidente del Consiglio di fare il bello e il cattivo tempo a colpi di Dpcm - conclude -. Se invece il distanziamento è davvero utile, allora valga ovunque e si facciano i controlli: mi aspetto che almeno da via Aldo Moro, Bonaccini intervenga riportando al centro anche in questo ambito la sicurezza dei cittadini e garantendo il rispetto delle norme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La testimonianza del sindaco di Tredozio Vietina: "Treni locali strapieni, nessun controllo"

ForlìToday è in caricamento