Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Sindacati e violenza, Fratellanza (Siap): "Valorizziamo il ruolo dei professionisti della Polizia"

"I recenti fatti di ostilità e violenza rivolti ad operatori di polizia in servizio a Catania ed il trend in aumento dei suicidi all’interno delle forze dell’ordine richiamano una riflessione condivisa e profonda da parte di tutti."

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

I recenti fatti di ostilità e violenza rivolti ad operatori di polizia in servizio a Catania ed il trend in aumento dei suicidi all’interno delle forze dell’ordine richiamano una riflessione condivisa e profonda da parte di tutti.

Nella realtà attuale, gli operatori di polizia, come tanti lavoratori, si trovano ad affrontare sfide crescenti che spesso si manifestano attraverso frustrazioni professionali e portano a disagi profondi. In molti lamentano mancanza di risorse, ritardi legislativi e la scarsità di mezzi come fattori che hanno portato ad un ambiente di lavoro difficoltoso per tanti di loro, impensabile per molti.

Una delle problematiche più gravi è però la violenza rivolta, ultimamente in modo rituale, verso gli operatori di polizia. Questi professionisti, che hanno scelto di lavorare per la tutela e la sicurezza di tutti, spesso si ritrovano ad essere de-umanizzati e destinatari di atti di violenza per insofferenza o dissenso. L'assenza spesso di un sostegno adeguato da parte delle istituzioni e la mancanza di una legislazione robusta a tutela di chi indossa la divisa, ha reso difficile contrastare efficacemente questo problema.

L'insufficiente organico, l'allungamento dei turni di lavoro e la contrazione delle aperture degli uffici aperti al pubblico hanno ulteriormente acuito il disagio degli operatori di polizia. Questi fattori non solo compromettono la loro capacità di svolgere efficacemente le proprie mansioni ma influiscono negativamente anche sulla salute mentale e fisica di molti lavoratori. La violenza non deve mai essere giustificata.

È essenziale riconoscere che gli operatori di polizia sono esseri umani con emozioni e bisogni, come tutti, e che la professione che hanno scelto comporta un alto livello di stress e pressione che necessità, nella complessità di oggi, di aggiornate procedure di sostegno. In un momento in cui la fiducia nel sistema di sicurezza è fondamentale, è cruciale che venga loro offerto il supporto necessario affinché possano svolgere il proprio lavoro con professionalità ed equilibrio al servizio del cittadino.

I sindacati giocano un ruolo cruciale nel dare voce a queste problematiche e nell'advocacy per un ambiente di lavoro più sicuro e dignitoso per gli operatori di polizia. È importante che le istituzioni ascoltino le richieste dei lavoratori delle forze di polizia e agiscano per garantire condizioni di lavoro adeguate, risorse a sufficienza e normative che proteggano gli operatori di polizia da atti di violenza e abuso.

Concludendo,  la violenza contro gli operatori di polizia è un problema che richiede un'azione urgente. Attraverso un dialogo aperto, l'attuazione di riforme legislative e un maggiore rispetto per l’essere umano che indossa la divisa, si può sperare in un futuro in cui gli operatori di polizia possano svolgere il proprio compito cruciale per la convivenza senza dover affrontare frustrazione e disagio che oggi sino oramai troppo diffusi: dove c’è cultura, diceva Pasolini, c’è vita.

Michele Fratellanza
Segretario Generale Privinciale SIAP (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) Forlì Cesena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati e violenza, Fratellanza (Siap): "Valorizziamo il ruolo dei professionisti della Polizia"
ForlìToday è in caricamento