Il "passista" Drei racconta i 5 anni da sindaco: "La città ha fatto molti scatti"

Il primo cittadino è stato intervistato dal capo redattore Tgr Rai Emilia-Romagna, il giornalista Antonio Farnè

Foto dalla pagina facebook di Drei

Si è immedesimato nelle fatica del ciclismo, sua grande passione, per raccontare i cinque anni da amministratore di Forlì. Il sindaco Davide Drei è stato ospite dell'ultimo appuntamento del ciclo di conferenze nell'ambito della scuola di formazione alla politica promossa dal Centro Studi "Leonardo Melandri". "Abbiamo fatto molti scatti - ha affermato -; avviato più di 180 cantieri in questa legislatura e tagliato molti nastri. L’importante pero' non sono i nastri e chi taglia, ma che la nostra Forlì viva nuovi inizi. Come diceva Fausto Coppi, per un ciclista il momento più esaltante non è quando si taglia il traguardo da vincitori. E' invece quello della decisione, di quando si decide di scattare, di quando si costruisce la vittoria".

SEGUITE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK DI FORLITODAY!

Il primo cittadino è stato intervistato dal capo redattore Tgr Rai Emilia-Romagna, il giornalista Antonio Farnè. "E' stato un importante momento di confronto e riflessione - ha commentato su Facebook Drei -. Alla presenza di studenti universitari, di giovani e dei partecipanti al corso, sono stato chiamato a condividere le ragioni, le esperienze e i progetti che hanno caratterizzato l'impegno di cinque anni da sindaco".

"Ho accettato la partecipazione all'incontro come un cantiere aperto, mettendomi in gioco prima di tutto come cittadino che è stato chiamato per un periodo della propria vita a ricoprire un ruolo di grande responsabilità per il Comune e per il territorio - prosegue Drei -. Mancano quattro mesi alla fine del mandato ed è anche tempo di bilanci. Li faremo, certamente, senza sottrarci a un’analisi rigorosa. Abbiamo passato in rassegna soprattutto gli aspetti di sostanza, quelli difficili, lontani dal clamore degli slogan d'effetto e della propaganda. Preparare i bilanci, prestare sempre massimo rigore a far tornare i conti, organizzare i Servizi tenendo conto delle risorse reali senza aumentare la pressione fiscale, imbastire forme di governo del territorio adeguate ai nuovi tempi. Mica semplice. Più facile usare lo sfottò e la strafottenza superficiale che demolisce anziché costruire. E poi il campo complesso delle relazioni politiche e umane che presuppongono un'attività costante, corretta, instancabile".

Durante l'incontro, spiega il sindaco, "abbiamo parlato di lavoro, di impresa e di economia, di Università, di cultura, aeroporto e sistema della viabilità, di pianificazione urbanistica, centro storico, ambiente, sanità, servizi sociali, investimenti, partecipazione civica: fra obiettivi raggiunti, lavori in corso e miglioramenti necessari". Drei rimarca come "sono stati anni complessi durante i quali, come sindaco di Forlì, sono stato chiamato alla responsabilità di vertice per diversi anni anche della Provincia di Forlì-Cesena e dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, in un quadro che ha visto un drastico cambio dell'architettura istituzionale e, ora, vede  l'assenza di un disegno nazionale chiaro. Bene: ai giovani corsisti ho cercato di testimoniare prima di tutto che fare l'Amministratore Pubblico è difficile, complesso; è un impegno fatto di sacrificio, di idee, di entusiasmo, di rispetto, di lavoro. Di servizio. Altrimenti, se si pensa alla propaganda, è solo un problema".

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento