Sostenere gli acquisti mantenendo i soldi tra i commercianti della città: nasce il sito di sconti 'Forlivere'

Il progetto 'Forlivere' è stato preparato dal Comune di Forlì nel giro di un paio di settimane, con la collaborazione delle associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato

Un portale di sconti e marketing destinato ai commercianti ed esercenti forlivesi, che avranno così una vetrina virtuale in più dove mettere in mostra le loro offerte, beneficiando di un sistema di sostegno reciproco: è il progetto 'Forlivere', che è stato preparato dal Comune di Forlì nel giro di un paio di settimane, con la collaborazione delle associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato. Lo scopo è di andare incontro al commercio in crisi e creare occasioni di consumo. Lo spiega l'assessore alle Attività produttive Paola Casara: “Forlì deve tenere vivo il polo economico della città in questo momento di emergenza". L'idea è di moltiplicare “occasioni di consumo” con un sistema che permette di tenere questo denaro in circuito nella città, prima di tutto come “gesto di amore per la nostra città anche in vista delle restrizioni che si stanno facendo più dure”.

In che cosa consiste il sito? 'Forlivere' (crasi delle parole 'Forlì' e 'Vivere') permette ai pubblici esercizi, ai commercianti e agli artigiani di iscriversi gratuitamente, inserendo una propria scheda di attività in cui indicare le proprie informazioni, i propri contatti, allegati come per esempio i menù. In questo modo si dà loro, come per altri servizi analoghi già attuati in città (tra cui quello realizzato da ForlìToday lo scorso marzo)  una vetrina gratuita per essere reperiti soprattutto per i servizi d'asporto e di consegna a domicilio. Tuttavia in Forlivere c'è anche un 'form' in cui il commerciante può inserire uno sconto o un'offerta per coloro che esibiranno lo scontrino di un'altra attività iscritta allo stesso sito. Dal momento che al portale si potranno iscrivere solo negozi, attività artigianali ed esercizi pubblici della realtà forlivese, questo sistema dovrà spingere a mantenere i consumi sul territorio e incentivarli attraverso gli sconti. 

Il sito degli sconti ovviamente avrà le sue condizioni: dovranno essere scontrini della settimana antecedente, ovviamente non cumulabili. Saranno i singoli negozianti a indicare la percentuale di sconto o la formula promozionale applicata, in quanto il portale non pone obblighi, ma solo la cornice per mettere in contatto domanda e offerta. Al momento il portale non è online, il Comune indica - per chi è interessato ad iscriversi - di consultare venerdì il sito internet del Comune e di accedere all'area di inserimento dei propri dati attraverso un box che sarà reso disponibile nella homepage. Il sindaco Gian Luca Zattini promette anche attività promozionale per spingere all'adesione. “Quando vedo il simbolo della città a fianco di tutte le associazioni di categoria siamo sulla strada giusta”.

Commenta Alberto Zattini, direttore di Confcommercio Forlì: “La situazione del commercio e dei pubblici esercizi è drammatica, le imprese non resistono più e si va verso nuove misure più restrittive. In questo servizio non c'è alcun costo a carico delle imprese. Chi aderisce al portale, ha la possibilità di illustrare le proprie offerte. Se un cliente si presenta con uno scontrino di un'altra attività che ha aderito avrà diritto ad uno sconto”. Per Monica Sartini, presidente di Cna Forlì in questo modo “sosteniamo le eccellenze del nostro territorio, è uno slancio di orgoglio che deve appartenere a tutti”. Così anche Alberto Camporesi di Confartigianato: “A differenza delle grosse imprese, noi abbiamo nelle imprese forlivesi dei concittadini forlivesi, per cui facendole vivere, resta vivo e florido il territorio locale”. Ed infine Fabio Lucchi di Confesercenti, che vede nel portale uno strumento anche per il periodo post-covid: “E' un lavoro che stavamo facendo da tempo, ancora da prima della pandemia. Potrebbe essere in futuro anche il portale unico del coordinamento del marketing della nostra città, visto che è costituito dagli attori istituzionali”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento