Un weekend all'aria aperta, al Parco urbano si è alzato anche il drone: il bilancio dei controlli

Temendo "un effetto Navigli", come si è visto nei giorni scorsi a Milano, la Polizia Locale domenica ha intensificato i controlli

Sole, caldo e tanta voglia di stare all'aria aperta. Dopo due mesi di lockdown, nel fine settimana centro storico e parchi sono tornati a ripopolarsi. Qualcuno forse ha preso troppo alla leggera le disposizioni concesse dalle autorità. Sabato chi ha avuto modo di farsi una passeggiata al parco urbano di Forlì, polmone verde della città, avrà sicuramente notato diversi comportamenti poco responsabili da parte di alcuni fruitori. Raduno di giovani col pallone, passeggiate senza rispettare le opportune distanze di sicurezza e l'impressione che la schiera dei "congiunti" si fosse improvvisamente allargata. Temendo "un effetto Navigli", come si è visto nei giorni scorsi a Milano, la Polizia Locale domenica ha intensificato i controlli.

"Sabato abbiamo avuto diverse segnalazioni per comportamenti non consoni in alcune aree verdi della città, tra cui il parco urbano", conferma il vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri, che domenica ha effettuato una perlustrazione del "Franco Agosto" insieme al vicesindaco con delega alla Sicurezza, Daniele Mezzacapo. "C'erano meno persone rispetto a sabato, probabilmente perchè sono state scelte altre destinazioni come consente l'ordinanza regionale", prosegue Gualtieri. Quattro pattuglie hanno presidiato le aree verdi, due delle quali costanti in mountain bike al parco urbano, dove è stato utilizzato anche il drone. I controlli sono stati svolti anche al parco di via Dragoni, al Paul Harris, al parco della Pace, al Buscherini, al parco della Resistenza ed altri minori.

Non solo pattugliamento, ma anche campagna informativa: "A pochi giorni dall'inizio della "fase 2" c'è chi ha ancora dei dubbi e noi abbiamo cercato di rispondere alle delucidazioni richieste", spiega Gualtieri. Secondo i dati parziali comunicati dal Corpo di via Punta di Ferro, nel weekend sono stati effettuati 264 controlli alle attività economiche: "Abbiamo verificato il rispetto delle norme in numerose gelaterie, controllando che venissero rispettati i distanziamenti, che il prodotto non venisse consumato in loco e l'uso delle mascherine, che è obbligatorio nei locali pubblici. Abbiamo notato che in tanti la usano anche dove non è obbligatorio". In strada sono stati controllati 74 automobilisti. Non sono state elevate contravvenzioni. "Con piacere preciso che al parco urbano ci sono state migliaia di persone tendenzialmente ordinate e con le protezioni", ha commentato su Facebook il vicesindaco Mezzacapo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Giovani e coronavirus, Vicini: "La perdita di gusto e olfatto non va sottovalutata. Serve consapevolezza"

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Coronavirus, l'aggiornamento domenicale della Regione: due nuovi casi nel forlivese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento