rotate-mobile
Cronaca

Tribunale di Forlì a corto di fondi, il sindaco Drei scrive a Governo e parlamentari

Il tema ha una rilevanza di carattere nazionale e che già in varie sedi di rappresentanza è stata avanzata la richiesta di mettere gli Enti Locali nelle condizioni di poter intervenire con forme di collaborazione concreta

Il sindaco di Forlì, Davide Drei, interviene sulla Legge di stabilità, che ha disposto il trasferimento, a partire dal primo settembre 2015, delle competenze in materia di uffici giudiziari dai Comuni al Ministero della Giustizia. "Anche il nostro Comune, dopo approfondite verifiche e alla luce del parere espresso da parte degli Uffici comunali competenti, ha dovuto assolvere all'obbligo imposto dalla legge nazionale, anche a fronte dei pesanti tagli nei trasferimenti statali che, solo nel 2015, hanno colpito il Comune di Forlì per oltre 7 milioni di euro", esordisce il primo cittadino.

“Ci tengo particolarmente a sottolineare questo aspetto perché l'attuale posizione del Comune è una conseguenza dei cambiamenti determinati dall’entrata in vigore della nuova normativa e, quindi, l’amministrazione si trova nell'impossibilità di poter proseguire l'erogazione dei servizi fino ad oggi garantiti presso il Palazzo di Giustizia, non per scelta, ma per un obbligo di legge".

Partendo da questa considerazione, la riflessione del sindaco appoggia appieno le preoccupazioni emerse a tale riguardo: "Alla luce di questo contesto normativo e in qualità di rappresentante non solo del Comune di Forlì ma anche della Provincia, faccio mio il disagio espresso in queste ore sul futuro del nostro Tribunale impegnandomi a portare la questione all’attenzione delle Istituzioni competenti. Fin da subito scriverò al Governo e mi attiverò presso i nostri Parlamentari affinché si facciano interpreti delle istanze presso il Ministero, e delle criticità che potrebbero interessare un aspetto vitale per la nostra comunità qual è il sistema di giustizia".

Il tema ha una rilevanza di carattere nazionale e che già in varie sedi di rappresentanza è stata avanzata la richiesta di mettere gli Enti Locali nelle condizioni di poter intervenire con forme di collaborazione concreta. "Stiamo seguendo con attenzione il confronto fra Ministero della Giustizia e Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e stiamo collaborando per organizzare il passaggio delle competenze e affrontare gli aspetti di criticità che potrebbero emergere", afferma il sindaco Drei, che aggiunge: “In ogni caso, come amministrazione comunale confermiamo la massima disponibilità al Presidente del Tribunale e al Procuratore della Repubblica a collaborare e verificare specifiche problematiche per non mettere in discussione la funzionalità e operatività del sistema di giustizia del nostro territorio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale di Forlì a corto di fondi, il sindaco Drei scrive a Governo e parlamentari

ForlìToday è in caricamento