Gelo siberiano, il Forlivese nel ghiaccio. Neve abbondante nell'entroterra

Se la città si è svegliata sotto qualche fiocco caduto ad intermittenza, che ha lasciato un lieve velo bianco, non si può dire la stessa cosa dell'entroterra, alle prese con nevicate più intense

Il sindaco Marco Menghetti spala la neve a Premilcuore, foto di Azzurra Magnani

E' un risveglio sotto zero su tutto il territorio Forlivese. Se la città si è svegliata sotto qualche fiocco caduto ad intermittenza, che ha lasciato un lieve velo bianco, non si può dire la stessa cosa dell'entroterra, alle prese con nevicate più intense. Oltre i 200 metri la colonnina di mercurio oscilla tra -8 e -6°C. A Galeata, informa il sindaco Elisa Deo, le scuole sono aperte, ma il servizio di trasporto scolastico nelle frazioni è stato sospeso per motivi di sicurezza. Nevica forte anche a Rocca San Casciano: "Le condizioni meteorologiche attualmente in atto sono destinate a proseguire - evidenzia il primo cittadino Rosaria Tassinari -.  Vi chiedo la massima attenzione soprattutto nei percorsi pedonali dove potrebbe esserci ghiaccio, nonostante si sia sparso il sale".

Possibili nevicate in città nelle prossime ore: le previsioni

Tassinari inoltre ricorda anche il provvedimento della Prefettura, che ha inibito il traffico ai mezzi pesanti stante la condizione delle strade. "É quindi necessaria assoluta prudenza anche in auto", conclude. Spargisale in azione sulle strade principali di Predappio, con salatura dei percorsi relativi ai plessi scolastici (a Predappio e a Fiumana) e dei marciapiedi prospicienti i fabbricati pubblici grazie ai volontari della Protezione Civile di Predappio. L'appello è univoco: "Viste le previsioni, si raccomanda massima attenzione soprattutto per chi deve mettersi alla guida. Il consiglio per tutti è, dove possibile, di limitare gli spostamenti". Nella Vallata del Montone la Statale 67 Tosco-Romagnola è completamente bianca da San Benedetto al Passo del Muraglione, dove si batte i denti con -12°C. Diversi gli interventi di soccorso.

IL VIDEO - Appennino forlivese sotto una coltre di neve

Solo a Premilcuore, dove la nevicata è stata intensa, è stato disposto lo stop alle lezioni. A Civitella, alle pendici del colle Girone, sono presenti circa 20-25 di coltre bianca. Manto che aumenta col salire di quota. A Santa Sofia sono caduti circa 40 centimetri, mentre a Collina di Pondo 62 centimetri. A Spinello invece il manto supera in alcuni punti anche il metro e mezzo. Neve copiosa in Campigna, dove la colonnina di mercurio è scesa di quattordici gradi al di sotto dello zero. Lunedì e martedì piste ed impianti sono chiusi a causa del vento forte e delle strade parzialmente chiuse per caduta piante. A Fangacci, a 1450 metri, lo spessore è salito a 188 centimetri.

L'aria siberiana ha fatto il suo graduale ingresso, facendo precipitare le temperature. Nella giornata di lunedì le nevicate continueranno ad interessare in intermittenza l'entroterra. In pianura, e il condizionale è d'obbligo, potrebbe verificarsi un'intensificazione dei fenomeni in serata. La Protezione Civile ha diramato una nuova allerta per "temperature estreme", arancione per l'entroterra e gialla per il settore pianeggiante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento