Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Nuova apertura in centro: non solo un ristorante, ma un "social food"per l'inserimento lavorativo dei disabili

Non si tratta di un semplice bar e ristorante, ma di uno spazio che celebra l'accoglienza in tutte le sue forme pensato per creare nuove opportunità per le persone con disabilità che cercano nel mondo del lavoro un canale per crescere

Si chiama "Fuori misura", prima di tutto perché il locale si trova in piazzetta della Misura a Forlì, poi perché al suo interno lavorano anche ragazzi disabili, "speciali", fuori dall'ordinario, che sanno cucinare con amore e servire col sorriso. Questa è la filosofia di Cristofaro Basile, imprenditore di 29 anni che ha fatto della sua storia personale una sfida professionale. Dopo essersi diplomato all'Istituto Alberghiero, Cristofaro, cesenate e con una grande passione per la ristorazione, ha pensato di dare un futuro diverso a suo fratello  Francesco, che è per l'appunto un ragazzo "speciale". Conoscendo suo fratello sapeva bene che a lui piace molto il contatto con le persone e stare in mezzo al pubblico. E così ha preso due piccioni con una fava: insieme a dei soci ha aperto un ristorante a Cesena, "Welldone Cils Social Food" in piazza della Libertà, dove poteva fare quello che piaceva a lui: il ristoratore, e nel contempo offrire un lavoro anche a suo fratello. Un lavoro dinamico, a contatto con la gente, proprio come piace a Francesco.

E ora, dopo Cesena, da un paio di settimane ha realizzato anche "Fuori Misura Social Food", un locale informale e accogliente situato nel centro storico di Forlì in Piazzetta della Misura. Non si tratta di un semplice bar e ristorante, ma di uno spazio che celebra l'accoglienza in tutte le sue forme pensato per creare nuove opportunità per le persone con disabilità che cercano nel mondo del lavoro un canale attraverso il quale crescere e giocare un ruolo da protagonisti nella società. L’inserimento lavorativo è realizzato grazie al contributo della cooperativa sociale For.B. di Forlì.

Quello rende unico "Fuori Misura" è il progetto dichiarato nel nome: Social Food. “Cucinato con amore, servito con il sorriso” è lo slogan del locale ed esprime la filosofia che ha ispirato questo progetto, e che Cristofaro uno dei soci racconta così: “Mio fratello Francesco è stato uno dei primi ragazzi coinvolti. La mattina è il primo ad andare a lavorare e la sera, non vede l’ora di raccontarci la sua giornata. Crediamo fermamente che un pasto servito con un sorriso possa fare la differenza e che il cibo sia un ponte in grado di creare delle vere e proprie connessioni.” L’intento è di offrire opportunità di lavoro a persone svantaggiate, favorirne l’integrazione e l’inclusione sociale attraverso il lavoro e contribuendo così al benessere dell’intera collettività. Il lavoro come strumento di inclusione sociale irrinunciabile per favorire la crescita personale, la formazione e raggiungere l’autonomia.

Lo scopo è quello di valorizzare questi ragazzi per le loro attitudini: un progetto personalizzato di inserimento lavorativo che prevede una vera e propria metodologia costituita da un percorso di formazione, affiancamento e tutoraggio, per individuare le loro abilità e valorizzarle al meglio. Dalla colazione alla cena, dal brunch all’aperitivo: Fuori Misura è uno spazio adatto a qualsiasi momento della giornata. Un locale che invita all’inclusione in tutte le sue forme, compresa naturalmente l’offerta gastronomica: oltre a piatti della tradizione romagnola, in menù ci sono anche tante proposte vegetariane e vegane. Ricette del territorio preparate con ingredienti di prima qualità: la pasta fresca è realizzata nel laboratorio di Cesena, mentre molte preparazioni come il seitan prodotto sempre da Welldone. 

fuori misura forli-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova apertura in centro: non solo un ristorante, ma un "social food"per l'inserimento lavorativo dei disabili

ForlìToday è in caricamento