Sostegno al cinema locale e teatro per i bambini: 4 giovani realizzano la loro associazione

Nasce l’associazione culturale di promozione sociale forlivese “Di Scena in Scena”. All’inizio dell’estate, dopo una primavera molto particolare, i giovani hanno deciso di lanciarsi nel progetto

La ricetta è semplice: quattro ragazzi (Andrea Petrini, Patrizio Orlandi, Sara Bandini e Caterina Sbrana) con una passione in comune e, soprattutto, tanta determinazione. E’ così che nasce l’associazione culturale di promozione sociale forlivese “Di Scena in Scena”. All’inizio dell’estate, dopo una primavera molto particolare, i giovani hanno deciso di lanciarsi nel progetto partendo dalle fondamenta: dopo aver ristrutturato le stanze di una struttura nel forlivese, imbiancando, arredando e facendo tutto all’insegna del fai da te, si sono riuniti e hanno dato vita alla nuova associazione.  La missione è chiara: la nuova associazione sarà la casa di produzione di numerosi progetti cinematografici e non solo, alcuni dei quali già a buon punto di stesura. Tra essi, vi è la trasposizione cinematografica de “I Matti di Seguno”, famoso libro del giornalista e scrittore di Santa Sofia Luciano Foglietta. Oltre a questo, “Di Scena in Scena” si propone di finanziare corti, lungometraggi, prodotti cinematografici e spettacoli teatrali.

Ma c'è altro: l’associazione, infatti, si vuole porre come un punto di riferimento per il pubblico, offrendo alcuni servizi. Quali? "Proporremo corsi di recitazione per bambini, per esempio - spiega Andrea Petrini - Il progetto prende il nome di CreArte: le lezioni cominceranno martedì 22 settembre e sarà rivolto ai giovani aspiranti attori di età compresa tra i 9 e i 12 anni, presso la sala de “Il giardino delle fate”, nell’asilo nido di via Benedetta Bianchi Porro 12 a Forlì (18.30/19.30). Tutti i bambini saranno i benvenuti, sia chi ha già avuto esperienze, sia chi si avvicinerà a questo mondo per la prima volta. Il corso si svilupperà in tre fasi: la prima di approccio e conoscenza tra i componenti del gruppo, attraverso esercizi ludici e dinamici volti a favorire i primi approcci alle tecniche teatrali; la seconda di acquisizione di fiducia nei propri mezzi; infine, la terza fase sarà volta a stimolare il processo creativo, permettendo agli stessi alunni di diventare attori, registi ed autori. "CreArte" è concepita per stimolare la collaborazione e l’ascolto reciproco, aiutare anche i più timidi a sviluppare fiducia in sé e negli altri, grazie al divertimento ed al gioco, elemento fondamentale nella crescita e nello sviluppo della personalità".

Ma non è solo con i piccoli che “Di Scena in Scena” si mette in gioco: anche i più grandi potranno usufruire della nuova associazione. I servizi proposti sono tra i più svariati: dalla produzione di books e showreel per attori alla creazione di spot pubblicitari per privati ed aziende, foto e video per cerimonie (comunioni, cresime, matrimoni e tanto altro), fino alla scrittura di sceneggiature per film e teatro. "Per ora ci troviamo nei ritagli di tempo - spiega Andrea Petrini - perché per noi è importante poter realizzare le nostre aspirazioni. Se poi le nostre passioni diventeranno un lavoro ancora meglio. Ora cerchiamo di divertirci con professionalità offrendo un servizio a chi è appassionato di cultura e di arti varie come noi. Infine, se tante volte avete rimpianto i vecchi lettori VHS che permettevano di vedere i vecchi filmati di famiglia o i film del passato - conclude Andrea - “Di Scena in Scena” sarà in grado di riportare alla luce i vostri ricordi tramite il servizio di conversione delle VHS in DVD". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento