rotate-mobile
Cronaca

Cocaina, ecstasy e marijuana nell'appartamento del centro: due arresti

La Polizia di Stato arresta due uomini per spaccio di stupefacenti: uno finisce in carcere, l'altro ai domiciliari

Ennesimo colpo al traffico di sostanze stupefacenti in pieno centro cittadino. Questa volta a finire nelle maglie degli investigatori della Questura di Forlì sono stati un albanese, già noto alle forze di polizia, e un giovane forlivese, entrambi arrestati con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nel corso dei servizi di contrasto alla diffusione delle sostanze stupefacenti disposti dal Questore Lucio Aprile, ed allo scopo di evitarne la diffusione soprattutto tra i giovanissimi, nel pomeriggio del 30 dicembre, i poliziotti della Squadra Mobile, avendo ricevuto segnalazioni su un sospetto traffico di droga in una casa del centro, hanno notato un giovane che usciva ripetutamente dalla propria abitazione andando ad incontrare per pochi minuti nelle immediate adiacenze altri suoi coetanei per poi rientrare in casa. 

Dopo aver assistito a una serie di incontri, la Polizia ha fermato il giovane che era uscito nuovamente dallo stabile, e lo ha controllato, trovando in suo possesso un mozzicone di sigaretta con forte odore di cannabis e un pezzo di pastiglia di ecstasy. Il 29enne è stato quindi accompagnato nell’abitazione dove è stata eseguita la perquisizione domiciliare. Entrando in camera da letto, gli agenti avrebbero poi rintracciato un altro uomo, un albanese di 39 anno, già noto alle forze dell'ordine, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora. All'arrivo della Polizia, il 39enne sarebbe stato intento a confezionare alcune dosi di cocaina su una scrivania. 

Gli agenti hanno così trovato 11 dosi già confezionate ,un ulteriore quantitativo del peso di circa 45 grammi in forma sassosa ancora da suddividere in porzioni (oltre 90 dosi) e, in un cofanetto poco distante, 5 grammi di marjiuana e 7 pasticche di ecstasy, unitamente alle sostanze necessarie per il taglio e il confezionamento della droga (bilancini e ritagli). Addosso al 39enne sarebbe stata trovata anche la somma di 900 euro e un telefono cellulare che è stato posto sotto sequestro insiemee alla droga e a tutto il materiale elencato. 

Alla luce dell’ingente quantità di stupefacenti sequestrata, del materiale di pesatura e di confezionamento, della disponibilità di denaro, ritenuto probabile guadagno dello spaccio, i due uomini sono stati arrestati in flagranza con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Il giorno successivo, su disposizione della Procura della Repubblica, i due sono stati portati davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e disposto che il 39enne fosse condotto in carcere a Forlì, mentre il  giovane forlivese è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, ecstasy e marijuana nell'appartamento del centro: due arresti

ForlìToday è in caricamento