rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Centro Storico / Viale Vittorio Veneto

Dopo la gattabuia riprende a spacciare: pusher torna a "casa"

In manette è finito un 32enne di nazionalità albanese, noto anche per reati contro il patrimonio, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e per esser stato protagonista in passato di una rissa a Cusercoli

Era stato scarcerato il 22 febbraio scorso dopo un periodo in gattabuia per spaccio. Accompagnato a Bari al Centro d’immigrazione ed espulsione di Bari, non è stato rimpatriato nel suo paese d’origine poiché non è stata convalidata l’espulsione per un vizio di forma. Tornato a Forlì, ha ripreso in quel che riusciva meglio: spacciare. Questo fino a sabato sera, quando è stato bloccato ed arrestato dagli agenti della Squadra Mobile, diretti dal dirigente Claudio Cagnini.

Spacciatore torna in carcere

In manette è finito Artur Milloshaj, un 32enne di nazionalità albanese, noto anche per reati contro il patrimonio, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e per esser stato protagonista in passato di una rissa a Cusercoli. Sabato sera il giovane è stato visto bazzicare tra un pub di viale Vittorio Veneto, via Casamorata e via Piero Maroncelli, dove abita. Dopo esser stato visto confabulare con un tunisino, gli investigatori hanno avuto il sospetto che stesse per spacciare della droga.

L’individuo, alla vista dei poliziotti, ha gettato in un campo un pacchetto di sigarette. Quindi si è fatto controllare, facendo un po’ di sceneggiate ed attirando su di se tutte le attenzioni. Nel frattempo gli agenti hanno trovato il pacchetto, all’interno del quale vi erano undici grammi di cocaina in un involucro in cellophane.

A quel punto sono scattate le manette: ora si trova in carcere a disposizione del pubblico ministero Fabio Di Vizio. L’indagine, che rientra nell’operazione “Elite 2011”, continua. La Squadra Mobile è impegnata infatti nella individuazione dei ganci e fornitori del 32enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la gattabuia riprende a spacciare: pusher torna a "casa"

ForlìToday è in caricamento