Sport e cultura, Viviana Neri confermata alla presidenza di Aics Emilia Romagna

Neri, 69 anni, insegnante in pensione, è stata nominata lunedì nel corso dell’assemblea congressuale riunita in modalità di video conferenza, a causa dell’allerta Covid

La forlivese Viviana Neri è stata confermata alla presidenza del comitato regionale di Aics, tra i primi enti di promozione sportiva del territorio: guiderà il comitato dell’Emilia Romagna dell’associazione italiana cultura sport che, sul territorio regionale, conta oltre 1.120 sodalizi affiliati, con circa 200mila tesserati, un terzo dei quali bambini e ragazzi. “Dopo aver implementato attività sportiva e culturale sul territorio, ora puntiamo alle reti: la collaborazione con gli Enti locali e le altre associazioni del territorio renderà ancora più efficace lo sport a servizio della progettazione sociale e del welfare di comunità”, ha commentato la neo presidente.

Neri, 69 anni - insegnante in pensione, ex assessore al Lavoro per la Provincia di Forlì-Cesena e fondatrice dell’associazione "Con…Tatto" impegnata nelle carceri di Forlì – è stata nominata lunedì nel corso dell’assemblea congressuale riunita in modalità di video conferenza, a causa dell’allerta Covid. I membri eletti del Consiglio direttivo regionale sono: Roberto Bottarelli (Parma), Paola Cervini (Piacenza), Gabriel Corbelli (Rimini), Massimo Corbelli (Ravenna), Catia Gambadori (Forlì), Davide Grilli (Bologna), Bruno Imovilli (Reggio Emilia), Cinzia Morelli (Ferrara), Sandro Zoboli (Modena). Sindaco revisore: Giuliana Ravaioli.

"Nei passati 4 anni, il comitato regionale di Aics ha supportato i suoi comitati provinciali nella progettazione sociale, nell’organizzazione di eventi e nei servizi di consulenza, insistendo molto su formazione ed educazione alla promozione dello sport e della cultura come leve di politiche sociali - ha aggiunto la presidente regionale, rifacendosi al bilancio sociale dell’associazione presentato nei mesi scorsi -: sta qui quanto fatto nell’ambito, ad esempio, dell’inclusione delle persone con disabilità. A loro favore, nasce ad esempio il corso per accompagnatori sportivi, volto a formare ‘tutor’ da affiancare ai disabili nella gestione pratica dell’attività sportiva e che, in agenda per marzo, è slittato a ottobre prossimo per l’allerta Covid; o lo sportello interattivo che, sul sito di AiCS Emilia Romagna, offre la mappa digitale delle associazioni affiliate AiCS che offrono attività senza barriere. La strada è quindi tracciata: ora puntiamo ad allargare il raggio d’azione e a promuovere nuovi partenariati con il pubblico e l’associazionismo. La ripresa della socialità passa da noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento