menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia di morte i vicini: "Vi brucio con l'acido". Incubo finito per una famiglia forlivese

Mercoledì gli uomini dell'Arma riccionesi hanno eseguito nei confronti di un campano un'ordinanza di custodia cautelare per atti persecutori.

Si è concluso mercoledì l'incubo di una famiglia forlivese, la cui vita era stata resa un inferno da parte del vicino di casa arrestato dai carabinieri di Riccione. L'uomo, un 40enne originario del napoletano con diversi problemi di natura psichiatrica e già noto alle forze dell'ordine, aveva preso di mira i residenti nell'appartamento sopra al suo e, da mesi, non passava giorno che non ci fossero pesanti screzi.

Al comportamento molesto del campano si sono aggiunte anche le minacce di morte se, le vittime, osavano ribellarsi alle sue angherie. "Vi brucio tutti con l'acido", era la risposta del 40enne alle rimostranze dei vicini che oramai esasperati hanno trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri per sporgere denuncia.

Nel frattempo, proprio a causa dei suoi problemi mentali, il partenopeo era stato ricoverato in una struttura sanitaria. Mercoledì gli uomini dell'Arma riccionesi hanno eseguito nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare per atti persecutori.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento