Cronaca

S'innamora dell'amica, ma il sentimento non è corrisposto: diventa stalker e viene arrestata

Una donna è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Meldola con l'accusa di "atti persecutori"

Un amore non corrisposto sfociato in stalking. Un'ultraquarantenne è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Meldola con l'accusa di "atti persecutori" nei confronti della vittima, un'ultrasettantenne. Secondo quanto ricostruito dal personale dell'Arma, le due donne avevano intrecciato un’amicizia circa cinque anni, un rapporto che si è consolidato nel tempo, tant’è che l'ultraquarantenne aveva cominciato a prendersi cura dell’anziana madre dell’amica.

Proprio in quelle occasioni però la vittima ha iniziato a constatare una graduale e costante invasione dei propri spazi: l'ultraquarantenne, invece di concludere le sue mansioni e quindi rincasare, si dilungava qualche ora in più, privandola anche della sua intimità. Col tempo, stando a quanto ricostruito dall'Arma sulla base delle dichiarazione della vittima, avrebbe cominciato a condividere le sue fantasie di essere una famiglia e vivere assieme, parlando dell’amicizia fino ad allora avuta come di una relazione d’amore. Avuta la certezza di essere destinataria di un amore non contraccambiato, l'ultrasettantenne le ha intimato nei primi mesi del 2019 di allontanarsi. Cosa, secondo quanto riferito dalla vittima, ottenuta a fatica, poiché spesso l'attendeva sotto casa, le mandava sms e le recapitava lettere d’amore. Un atteggiamento che l'ha costretta a modificare le proprie abitudini di vita. 

Sabato scorso la malcapitata ha chiesto l'intervento del 112 dopo che l'amica si era presentata nella sua abitazione con l'intenzione di restare. All’arrivo dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile la donna era accomodata sul divano intenta a guardare la televisione mentre la proprietaria era in strada attendendo l’arrivo dei militari. I Carabinieri sono riusciti, quindi, grazie alla collaborazione della vittima a ricostruire, passo passo, tutti gli episodi che avevano reso la vita della donna un vero incubo, procedendo quindi all’arresto per "atti persecutori", "violenza privata" e "violazione di domicilio". Lunedì il giudice Maurizio Lubrano (pubblico ministero Federica Messina) ha convalidato l'arresto, disponendo la liberazione dell'indagata e la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa nonché ai luoghi frequentati da quest’ultima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

S'innamora dell'amica, ma il sentimento non è corrisposto: diventa stalker e viene arrestata

ForlìToday è in caricamento