Martedì, 23 Luglio 2024
Il caso / Meldola

Stato di agitazione all'Irst, la Fp Cgil: "No a riorganizzazioni imposte senza confronto"

"Abbiamo appreso, tramite il personale della dirigenza e del comparto, che l'Irst Irccs di Meldola procede in riorganizzazioni omettendo la corretta e completa informazione alle organizzazioni sindacali", esordiscono Masotti e Collari

"No a riorganizzazioni imposte senza il confronto con il sindacato". Mirko Masotti e Monica Collari, rispettivamente segretario generale e segretaria sanità di Fp Cgil, annunciano lo stato di agitazione del personale dell'Irst Irccs di Meldola. "Abbiamo appreso, tramite il personale della dirigenza e del comparto, che l'Irst Irccs di Meldola procede in riorganizzazioni omettendo la corretta e completa informazione alle organizzazioni sindacali - esordiscono Masotti e Collari - quando invece in più occasioni, anche a mezzo stampa, aveva espresso la piena volontà a proseguire corrette relazioni tramite confronti preventivi. Mancate promesse che hanno stupito non solo la Fp Cgil di Forlì Cesena, ma anche i dipendenti".

La riorganizzazione, che prevede la soppressione della Struttura Complessa di Oncologia Clinica Sperimentale di Immunoterapia e Tumori Rari nonché della Struttura Semplice di Terapie Cellulari Somatiche per tumori solidi, ha conseguenza la penalizzazione - quantomeno presunta in assenza di confronti e di informazioni a riguardo - dei lavoratori attualmente incaricati, e alimenta nei fatti un clima di sfiducia verso l’attuale Direzione - continuano i sindacalisti -. Durante l'incontro del 12 di questo mese, è stato accennato in modo superficiale alla delegazione trattante , l'istituzione di una nuova struttura complessa di Oncologia Medica ad indirizzo Senologico e Tumori Genitali Femminili. Tuttavia, tale informazione non è stata oggetto di discussione approfondita e confronto sindacale e nemmeno sono state indicate le strutture soppresse e le relative conseguenze sul personale incaricato".

"Alla luce di questi sviluppi, abbiamo ufficialmente diffidato l'Istituto Irst Irccs di Meldola dal procedere senza aver preventivamente instaurato un adeguato confronto con le organizzazioni sindacali, finalizzato alla tutela dei lavoratori - annunciano Masotti e Collari -. È inaccettabile che, in quest'ultimo anno, l'Irstcontinui a prendere decisioni in modo unilaterale, ignorando completamente il valore del personale e creando un clima di non collaborazione e mancanza di trasparenza. Ricordiamo che, a febbraio, l'istituto aveva dichiarato pubblicamente e a mezzo stampa che non ci sarebbero stati tagli del personale e che ogni eventuale riorganizzazione sarebbe stata preceduta da confronti sindacali".

"Tuttavia, a distanza di pochi mesi, ci troviamo di fronte a una riorganizzazione imposta unilateralmente, senza il necessario dialogo con le parti sindacali. Questo comportamento non solo viola le norme di buona prassi organizzativa, ma compromette anche la fiducia e la collaborazione essenziali per il buon funzionamento dell'istituzione", concludono, invitando l'Irst "a riconsiderare le proprie azioni e a ristabilire un canale di comunicazione e confronto con le organizzazioni sindacali, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e per il bene dell'intera comunità". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato di agitazione all'Irst, la Fp Cgil: "No a riorganizzazioni imposte senza confronto"
ForlìToday è in caricamento