menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In memoria di Stefano Garavini: inaugurato all'Itis il nuovo laboratorio di Sistemi

La struttura laboratoriale è stata finanziata anche con il sostegno generoso e fondamentale della Famiglia Garavini ed, in particolare, della vedova, signora Elena Rossi che ha partecipato all’inaugurazione

Inaugurato all'Istituto Tecnico Industriale di Forlì il nuovo laboratorio di Sistema, intitolato a Stefano Garavini, perito elettrotecnico prematuramente scomparso il 3 gennaio scorso dopo l'aggravarsi delle condizioni di salute, sviluppatesi in seguito ad una scarica elettrica sul lavoro, risalente al 2005. Al taglio del nastro, avvenuto alla presenza del dirigente scolastico Eliana Fiorini, delle classi quinte e dei professori delle articolazioni di Elettronica ed Elettrotecnica, erano presenti anche molte persone che con la loro presenza hanno voluto testimoniare l'affetto a Garavini e il sostegno alle iniziative dell'Itis.

La struttura laboratoriale è stata finanziata anche con il sostegno generoso e fondamentale della Famiglia Garavini ed, in particolare, della vedova, signora Elena Rossi che ha partecipato all’inaugurazione. Il nuovo laboratorio di Sistemi Automatici sarà utilizzato dagli studenti dell’indirizzo di “Elettronica ed Elettrotecnica”. Nell’ampio e luminoso spazio dedicato, sono presenti una lavagna interattiva multimediale (L.I.M.), 30 postazioni di lavoro per gli studenti ed una per il docente, una stampante in rete, per la produzione di disegni/impianti A3.

"Da ogni postazione di lavoro, dotata di pc connessi in rete con possibilità di navigazione in Internet, lo studente può usufruire di servizi e funzionalità avanzate, di grande spessore didattico e professionale - illustra la dirigente Fiorini -. Gli studenti potranno eseguire le esperienze relative alla programmazione software di diverse tipologie di dispositivi programmabili, utilizzando sia linguaggi ad alto livello (C), sia a basso livello rivolti ai microprocessori e ai microcontrollori. Su ogni computer infatti è installata una serie di programmi che permettono agli studenti di familiarizzare con i più diversi software. Dai più comuni, come quelli inseriti in Office, al software Siemens (Logo!Soft e TiaPortal) per la realizzazione di programmi utilizzabili dai plc".

"Il laboratorio è attrezzato infatti con le più moderne tecnologie (plc, microcontrollori Pic, Arduino e Raspberry Pi) per consentire ai docenti di interagire con le classi e agli studenti di accedere a numerose opportunità d’apprendimento, in un contesto interattivo particolarmente stimolante, pienamente rispondente alle caratteristiche dei processi/prodotti delle aziende dell’area industriale del nostro territorio e del nostro Paese - continua Fiorini -. In particolare, la programmazione in linguaggio C e la disponibilità di applicativi innovativi per lo studio dei sistemi elettrici, elettronici e meccanici qualificano il laboratorio come uno spazio dotato di supporti all'avanguardia, dove gli “automi” e i software di simulazione riproducono esattamente i processi/prodotti industriali".

"Con questa iniziativa si accresce ulteriormente la quantità e la qualità dei laboratori offerti dall’Istituto Tecnico Industriale “Guglielmo Marconi” di Forlì, che ha sviluppato in questi ultimi anni una particolare attenzione al graduale rinnovamento delle tecnologie, pur in presenza di risorse economiche non sempre all’altezza dei processi di sviluppo ed innovazione, in atto nelle aziende, nel Paese e nel mondo", conclude il dirigente scolastico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento