Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

"Un giorno lo piloterò", la passione per l'aviazione regala a Noel un bel 100 all'Itaer. Ora tappa in Florida

"Sono un ragazzo di origini filippine, che ha sempre ammirato il mondo dell'aviazione - esordisce -. Sono una persona umile che ha sempre cercato di aiutare il prossimo"

Tra i centisti dell'Istituto Tecnico Aeronautico "Baracca" di Forlì c'è anche Noel Klein Gonzales. "Sono un ragazzo di origini filippine, che ha sempre ammirato il mondo dell'aviazione - esordisce -. Sono una persona umile che ha sempre cercato di aiutare il prossimo. Sono sempre stato deciso nel fare le cose che mi piacciono soprattutto lo studio. Sicuramente la mia passione più grande è il volo e di fatto a gennaio dell'anno scorso ho iniziato il corso per ottenere la licenza di pilota privato (Ppl)".

Come mai ha scelto l'Itaer?
Ho frequentato per i primi due anni di scuola superiore un liceo scientifico a Bologna in quanto il mio sogno era quello di diventare un ingegnere civile, per scoprire poi che non era il mio desiderio più grande. Tutto cambiò quando un mio compagno di scuola, anch'egli appassionato d'aviazione, mi parlò di un istituto tecnico aeronautico a Forlì, inoltre a Bologna atterrava sempre un aereo che mi sta molto a cuore e ogni volta che lo vedo mi dico sempre "Un giorno lo piloterò". Quindi colsi l'opportunità. Dopo aver visitato la scuola ad un open day decisi subito di iscrivermi e quindi di fare il cambio di scuola sostenendo gli esami integrativi. È stata la miglior scelta che io abbia mai fatto fino ad ora.

Come descrive questo percorso formativo al Baracca?
E' stato molto valido in quanto molti argomenti delle materie d'indirizzo sono presenti nel corso teorico dell'Atpl.

Che sensazioni ha provato quando ha varcato per l'ultima volta la porta di quella che è stata la sua casa per 5 anni?
Non mi rendevo conto che un grosso capitolo della mia vita si fosse concluso, ma alcuni giorni dopo l'esame riflettevo sul fatto che non sarei dovuto più tornare a scuola a settembre e fu una sensazione di felicità anche se mi mancheranno i momenti gioiosi e divertenti con i compagni di classe e i professori.

Dalla prima alla quinta superiore. Come è cambiato Noel?
In questi cinque anni di scuola, dallo "studio matto e disperatissimo" del liceo al dover gestire il tempo dell'ItAer, sono cambiato completamente. Sono diventato molto più responsabile delle mie scelte, in particolare cambiando scuola ho imparato a gestire il tempo tra studio e svago, dato che svegliandomi molto presto la mattina e facendo il pendolare "sprecavo" almeno 4 ore della giornata. Con l'inizio del corso Ppl ho iniziato a comprendere di quanto fossi fortunato ad aver avuto queste opportunità e che non potevo di certo sprecarle. Ho fatto molti sacrifici per poter inseguire il sogno di diventare un pilota di linea. Tutto questo grazie ai miei  genitori incredibili e a tutti i parenti e gli amici che hanno mostrato il loro supporto.

Diploma acquisito. Proseguirà il percorso di studi o ha già in mano opportunità lavorative?
Proseguirò gli studi negli Usa (Naples, Florida) per ottenere le varie licenze per avverare il mio sogno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un giorno lo piloterò", la passione per l'aviazione regala a Noel un bel 100 all'Itaer. Ora tappa in Florida

ForlìToday è in caricamento