Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Santa Sofia, un format social per "restare uniti": dal pongo per i bimbi alla maionese veloce

Il Comune di Santa Sofia continua nel frattempo la sua azione di sostegno alle famiglie: "Resta attivo il numero 3204309436, al quale ci si può rivolgere per informazioni e la consegna a domicilio di beni primari quali alimenti e medicinali"

La giornata di giovedì ha restituito il secondo caso di coronavirus nel comune di Santa Sofia. "E' in buone condizioni di salute e si trova nella propria abitazione - spiega il sindaco Daniele Valbonesi -. Si trovava già in isolamento da diversi giorni. Sono stati applicati tutti i protocolli previsti dall'Ausl". Dal primo cittadino un invito a non abbassare la guardia: "Il virus si dimostra particolarmente diffusivo, ma non dobbiamo farci prendere dal panico. Dobbiamo seguire le regole dettate dalle ordinanze e dai decreti della presidenza del Consiglio. Solo così le cose possono migliorare, ma dobbiamo farlo tutti responsabilmente. Più i nostri comportamenti saranno corretti e prima usciremo da questa epidemia inaspettata".

Il Comune di Santa Sofia continua nel frattempo la sua azione di sostegno alle famiglie: "Resta attivo il numero 3204309436, al quale ci si può rivolgere per informazioni e la consegna a domicilio di beni primari quali alimenti e medicinali". Giovedì l'amministrazione comunale ha consegnato dispositivi di protezione, in particolare mascherine ricevute nei giorni scorsi dalla Protezione Civile, ad alcune attività commerciali. "I lavoratori sono sottoposti al contatto con le persone e quindi era giusto dare un segnale di vicinanza a chi deve lavorare a contatto con le persone", spiega il sindaco.

Dal primo cittadino anche "massima vicinanza" alle attività commerciali ed imprese che stanno facendo i conti anche con la crisi economica innescata dalla diffusione del coronavirus: "Stiamo lavorando su misure da prendere in futuro e come enti locali faremo la nostra parte non appena sarà terminata l'emergenza sanitaria. Intanto aspettiamo altre misure importanti da parte del governo, che dovranno sostenere famiglie, imprese e tutte le attività economiche".

Il format social

Intanto per alleviare la tensione ed accrescere il senso di comunità in questi giorni di reclusione forzata a casa, l'amministrazione comunale di Santa Sofia ha lanciato un format social studiato dagli assessori Isabel Guidi, Ilaria Marianini, Tommaso Anagni e Matteo Zanchini, particolarmente apprezzato dai cittadini bidentini: "Santasofiesi al tempo del Covid-19", in onda tutti i giorni alle 11 sulla pagina Facebook del Comune: "Alcuni volontari delle nostre associazioni locali, alcuni amici e conoscenti ci suggeriranno attività da fare dalla propria abitazione per passare il tempo senza rinunciare alle nostre abitudini, alle nostre tradizioni, a quegli aspetti culturali, di socialità e di divertimento a cui i santasofiesi sono tanto legati".  La prima puntata ha visto protagonista l’associazione “CIF Santa Sofia”, con un appuntamento dedicato ai più piccoli sulla produzione di "pongo" in casa con ingredienti alimentari. Nella seconda puntata l’Associazione ProLoco Santa Sofia con il team “Mani in Pasta” ha presentato la maionese fatta in casa, mentre nella terza appuntamento con la cultura con l'associazione “Sophia in Libris” con consigli per le letture.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, un format social per "restare uniti": dal pongo per i bimbi alla maionese veloce

ForlìToday è in caricamento