menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Filippo, da Meldola l'astro nascente del poker texano

Si chiama Filippo Ridolfi ed è il nuovo astro nascente del poker texas hold'em. 3molif, questo il suo nickname, ha vinto 25mila euro nell'ultimo Sunday Special. Ormai è quasi un lavoro: "Guadagno circa 70mila euro all'anno"

Si chiama Filippo Ridolfi, ha 29 anni ed è il nuovo astro nascente del texas hold'em, la variante del poker che tanto sta spopolando negli ultimi anni in tutto il mondo, Romagna compresa. Filippo, meldolese d'origine ma che abita a Forlì da diverso tempo, ha infatti vinto l'ultimo "Sunday Special", il più importante torneo di poker online targato Pokerstars.it che mette in palio ogni domenica sera un montepremi garantito di almeno 200mila euro.

Una vittoria sudatissima, visto che 3MOLIF, questo il suo nickname, ha prevalso su circa 2000 iscritti e che, dopo 12 ore circa totali di gioco, gli ha permesso di portarsi a casa 25mila euro. "Era la 15esima volta che provavo questo torneo - dice Filippo nell'intervista esclusiva concessa a ForliToday.it - e spesso avevo sfiorato il tavolo finale (cioè il tavolo che vede impegnati gli ultimi dieci giocatori rimasti in gara, ndr). Questa volta la fortuna è stata determinante".

La fortuna, appunto: un fattore sempre determinante quando si parla di gioco. Che siano carte, videopoker, lotto, scommesse, bingo e via dicendo, senza la Dea Bendata non si vince. E allora il consiglio è sempre lo stesso: giocare è bello, ma bisogna farlo responsabilmente.

Ciao Filippo, innanzitutto complimenti per la vittoria. Parlaci un po' di te.
Ho 29 anni ed abito a Forlì, e dopo un passato da calciatore mi sono laureato in Scienze Motorie. Ora lavoro in ambito sportivo come preparatore atletico.

Come sei entrato nel mondo del poker e da quanto tempo giochi?
Circa 4-5 anni fa. Mi sono avvicinato al poker per gioco, come passatempo con gli amici. Fin da subito c’era una certa affinità ed ho avuto i primi risultati on line vincendo  diversi tornei,  qualificandomi per alcune tappe del campionato italiano ed europeo sponsorizzato da Everest Poker.

Giochi solamente online o anche dal vivo?
La maggior parte dei miei guadagni vengo dall’on-line: in un anno guadagno circa 70mila euro. Il 15 novembre però sarò a Nova Gorica per giocare all'Italian Poker Tour, evento sponsorizzato da PokerStars.

Quale è la tua specialità preferita?
Sono un giocatore eclettico. Gioco a cash regolarmente e mi diletto negli MTT con un buon montepremi garantito.

Come definiresti il tuo stile di gioco?
Non ho uno stile di gioco standardizzato, gioco in funzione del mio avversario e soprattutto al suo range di carte che gli assegno, in media entro in un piatto una volta ogni 3-4 mani, possibilmente in posizione ed effettuando rilanci three-bet in maniera aggressiva.

E' solo un hobby o lo fai a livello professionistico?
Mi ha contattato un sito di poker per stringere una collaborazione, mi sono preso un po’ di tempo per riflettere. Comunque prenderò una decisione solo dopo l’ evento IPT .

Come fai a mantenere la concentrazione per ore e quante volte hai dovuto partecipare al "Sunday Special" prima di poterlo vincere?
In un torneo come questo ci vuole tanta costanza, il torneo è durato 12 ore totali suddiviso in due giorni  circa 6 ore consecutive al giorno. Oltre ad essere uno dei tornei più importanti on line,  il Sunday mediamente ha 2000 iscritti ogni domenica e per ciò ha grande caratura tecnica. Mi piace molto come tipologia di torneo ed era la 15esima volta che provavo a farlo sfiorando sempre il tavolo finale. Questa volta è stata determinante la fortuna, che a differenza delle altre volte mi ha permesso di vincere i colpi che sono necessari per aggiudicarsi la vittoria. La fortuna e la bravura in questo gioco hanno una forte correlazione, non vincerà mai il giocatore sfortunato.

Hai dei particolari riti scaramantici?
No, la scaramanzia è per le persone deboli

E' la prima volta che porti a casa un risultato così importante o era già successo?
E’la prima volta che riesco aggiudicarmi in un solo torneo 25.000 euro. Spero che si ripeta presto.

Hai vinto il torneo, ma quando eravate rimasti in quattro giocatori avete 'splittato' e cioè diviso il montepremi totale dei primi quattro posti in base al numero di chips.
Quando gioco sono sempre positivo e punto sempre al massimo. Lunedì sono entrato al tavolo finale come chip leader (cioè il giocatore con il maggior numero di fiches, ndr). In circa 30 minuti quando siamo rimasti in quattro, però,  il mio avversario principale (fonzie72) ha raddoppiato il suo numero di fiches.  In poco tempo io ho perso due all-in consecutivi, perdendo molte fiches ed arricchendo i miei avversari. Visto che ormai il torneo si decideva solo con una mano, abbiamo deciso di splittare il montepremi. Abbiamo però continuato a giocare, e al vincitore del torneo sarebbero andanti anche ulteriori 5mila euro. Così sono arrivato allo scontro finale con Fonzie72 che aveva il doppio delle mie fiches. E' stato divertente leggere alcuni suoi bluff, e alla fine sono riuscito ad aggiudicarmi la vittoria.

Con questi soldi ti toglierai uno sfizio particolare?
Non ho una idea precisa, mi piacerebbe continuare a vincere

Poker, scommesse, gratta e vinci. Per alcuni è un passatempo, per altri è motivo per far fronte a problemi economici. Qual'é la tua opinione sul gioco d'azzardo?
Ritengo l'hold'em un gioco di statistica e probabilità correlato alla fortuna ben differente dalle slot o videopoker. Il gioco d ‘azzardo è una malattia, come una droga. Se prendessi “X”  gratta vinci perderei la maggior parte delle volte, mentre se giocassi ad Hold'em vincerei molto più spesso…

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento