menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scrivono "ebrei" e disegnano una svastica al contrario su un muro: i responsabili sono cinque tredicenni

Erano circa le 20 quando un cittadino ha segnalato alla Polizia di Stato la presenza di alcuni ragazzini che stavano imbrattando alcuni muri

Bombolette spray in mano, sono stati sorpresi mentre stavano imbrattando un muro con una svastica e la A cerchiata simbolo dell’anarchia. Cinque tredicenni residenti a Forlì. Il fatto è avvenuto sabato sera. Erano circa le 20 quando un cittadino ha segnalato alla Polizia di Stato la presenza di alcuni ragazzini che stavano imbrattando alcuni muri nei pressi del cinema Saffi di San Martino in Strada.

Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale, guidato dal commissario Stefano Santandrea, che hanno accertato la presenza di numerose scritte e simboli, di carattere osceno e dissacratore, tra i quali spiccava la riproduzione di una svastica accanto alla scritta "ebrei" e la A cerchiata simbolo dell’anarchia. Il tempestivo intervento dei poliziotti ha consentito di rintracciare gli autori, all’interno di un locale pubblico nelle vicinanze, dove si stava festeggiando un compleanno.

Si tratta di cinque 13enni residenti in città, uno dei quali ancora in possesso delle bombolette usate per imbrattare i muri. Nel locale erano presenti anche alcuni genitori, ignari dell’accaduto. I ragazzi, tutti infraquattordicenni e quindi non imputabili, sono stati affidati ai genitori. Di quanto accaduto verrà comunque informata la Procura per i Minori di Bologna.

Il reato configurato è il "deturpamento o imbrattamento di cose altrui", previsto dall’articolo 639 del codice penale, aggravato dall’articolo 604-ter dello stesso codice, che prevede l’aumento della pena nei casi in cui il fatto venga commesso "per finalità di discriminazione o di odio etnico, razziale o religioso".

Considerata l’età degli autori e la tipologia dei simboli e delle scritte, si tratta evidentemente di comportamenti deprecabili che ben poco sembrano avere a che fare con ipotesi di discriminazione o di odio razziale; questi atti vengono talvolta commessi da ragazzi giovanissimi, inconsapevoli del disvalore dei propri comportamenti. Individuare tempestivamente gli autori dell’imbrattamento ha consentito di scongiurare l’allarme che consegue di solito al compimento di atti di questo genere. Tutte le scritte sono state cancellate dagli agenti in attesa di un intervento di ripristino dei tecnici del Comune.

muro-vandalizzato-scritta-anarchica-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento