Svegliata di notte, scopre dallo spioncino i ladri che forzavano la porta: "Sono terrorizzata"

Una brutta esperienza, venire svegliati di soprassalto in piena notte da ladri che cercano di forzare la porta d'ingresso e vederli all'opera dallo spioncino

Una brutta esperienza, venire svegliati di soprassalto in piena notte da ladri che cercano di forzare la porta d'ingresso e vederli all'opera dallo spioncino. E' quello che è successo ad una residente di Spinello, nel comune di Santa Sofia, che si è ritrovata sull'uscio di casa due malviventi. E' quanto capitato nella notte tra domenica e lunedì scorsi, intorno alle 3. A raccontare la vicenda è la diretta interessata: “Due soggetti col passamontagna stavano forzando la serratura della porta, è stata una fortuna che io quella notte dormissi sul divano, così li ho sentiti e guardando attraverso lo spioncino li ho visti ed  cominciato ad urlare come una pazza”.

La reazione della donna ha allontanato i due malviventi incappucciati e vestiti di nero, che sono scappati con un auto lungo la via principale del paese, abbandonando sul posto una scopa e una coperta, strumenti che a volte vengono usati per bloccare telecamere, videocitofoni etc. Nell'abitazione c'era anche il figlio della donna che non si è accorto di nulla, se non dalle urla della madre. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri che dopo circa mezzora sono arrivati perlustrando la zona nel buio. “Quando sono arrivati i carabinieri non hanno trovato evidenti segni di scasso nella serratura, ma sono comunque terrorizzata e sotto shock”, conclude la vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento