menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagliate 14 sedi in cui si vota, penalizzate le frazioni

Risparmiare nei costi gestionali delle elezioni. Il Comune di Forlì, nel corso dell'estate, ha messo mano al ridisegno delle sedi in cui si voterà dalle prossime elezioni. Lo scopo è di concentrare i seggi in meno sedi

Risparmiare nei costi gestionali delle elezioni. Il Comune di Forlì, nel corso dell’estate, ha messo mano al ridisegno delle sedi in cui si voterà dalle prossime elezioni. Lo scopo è di concentrare i seggi in meno sedi, così da ridurre diversi costi generali quali riscaldamento, corrente elettrica, spostamenti, sorveglianza e comunicazioni con il municipio. Le sezioni elettorali restano le medesime, vale a dire 107, quel che cambia è il trasferimento di intere sezioni (gruppi di elettori) in altre sedi di voto.

Secondo il nuovo disegno del Comune, che razionalizza da 40 a 26 le sedi di voto sul territorio comunale, secondo quanto riporta il Corriere Romagna, perdono la sede dove poter votare i cittadini di diverse frazioni: Barisano, San Tomé e San Martino in Villafranca (votano a Villafranca), San Lorenzo in Noceto (votano a Collina), Villanova (votano alla Cava e ai Romiti), Pievequinta (votano a Carpinello).

Molti cambiamenti riguardano le sedi in città: per esempio non si voterà più nella scuola elementare Diego Fabbri, in centro, nella scuola elementare ‘Saffi’ di viale Spazzoli e al Polisportivo Treossi di Vecchiazzano. Infine per molti cittadini del Ronco e di Bussecchio l’esercizio del diritto di voto sarà concentrato all’istituto Aeronautico di via Fontanelle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento