Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Taglio del nastro per Mobilitas, il nuovo centro per la mobilità educativa e lavorativa

Taglio del nastro lunedì per il nuovo centro per la mobilità educativa e lavorativa riservato a residenti o domiciliati in Emilia-Romagna, dopo l'inaugurazione di venerdì scorso a Bologna presso la sede dell'Assemblea Legislativa regionale

Taglio del nastro lunedì per il nuovo centro per la mobilità educativa e lavorativa riservato a residenti o domiciliati in Emilia-Romagna, dopo l'inaugurazione di venerdì scorso a Bologna presso la sede dell'Assemblea Legislativa regionale. “La promozione della mobilità all'estero rappresenta un'opportunità straordinaria per la città di Forlì nell'ottica di internazionalizzazione legata agli investimenti sul Campus forlivese”, ha dichiarato il sindaco Roberto Balzani presente per il taglio del nastro insieme al coordinatore del Campus Felix San Vicente, all'assessore alle Politiche Giovanili Valentina Ravaioli e al consigliere regionale Thomas Casadei.

Come ha ricordato il coordinatore del programma Andrea Lombardi, la sola Commissione Europea ha già stanziato 16 miliardi di euro per i prossimi sette anni in attività di supporto all'istruzione e alla formazione. Per questo motivo gli sforzi economici degli enti locali in programmi che incentivano la cooperazione e l'integrazione europea nell'ambito della formazione e del lavoro rappresentano, come nel caso di Mobilitas, una risorsa unica per i giovani emiliano-romagnoli e per le imprese locali che si relazionano all'estero.

Le foto dell'inaugurazione di Mobilitas

Mobilitas offre infatti un servizio gratuito di orientamento e accompagnamento personalizzato per esperienze di studio, lavoro, tirocinio o volontariato all’estero. Il centro ha due sportelli fisici, uno presso la sede dell'Assemblea Legislativa della Regione e l'altro all'interno del Campus di Forlì in Piazzale Solieri 1, come arricchimento dell’offerta di servizi dei rispettivi centri Europe Direct. Sarà inoltre attivo anche uno sportello virtuale: gli operatori, a disposizione dal lunedì al venerdì, potranno infatti essere contattati anche via mail, skype o facebook.

Grazie a un'agenda online, con un semplice click è possibile prenotare un appuntamento direttamente dal sito ufficiale mobilitasonline.net.. Il progetto, promosso e finanziato dall'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Forlì e dall'Università di Bologna – Campus di Forlì, è gestito dalla cooperativa Uniser, selezionata attraverso un bando per l'implementazione e la gestione del servizio. La cooperativa, che dal 1998 opera nel campo della mobilità transnazionale, si propone di coinvolgere e armonizzare i servizi offerti dalle reti europee già esistenti (Eurodesk, Eures e Euroguidance) per offrire all'utente un ampio ventaglio di opportunità su misura in tutto il mondo.

Mobilitas fornisce inoltre servizi gratuiti ad altre organizzazioni pubbliche o private interessate a sviluppare progetti di mobilità europea. Scuole, enti pubblici, imprese, associazioni o gruppi informali potranno richiedere supporto per la ricerca di partner in Europa e per attività di progettazione. Al termine della sperimentazione di un anno verranno presentati un rapporto sui risultati del servizio e un piano per la sua “esportazione” in altre province della regione. In occasione delle due inaugurazioni verrà presentato il sito mobilitasonline.net che sarà uno dei principali strumenti di lavoro del centro e una risorsa innovativa a disposizione degli utenti.

"Far sì che i giovani emiliano romagnoli abbiano la possibilità, attraverso esperienze di mobilità all’estero, di acquisire conoscenze e competenze da spendere nel mondo del lavoro e nella loro vita di cittadini attivi e consapevoli, questa la ragione che ha spinto l’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna ad attivare il partenariato con l’Università di Bologna e il comune di Forlì per l’apertura del nuovo centro Mobilitas. “Essere cittadini europei significa quindi vivere l’Europa come una casa più grande, nella quale la mobilità è una occasione di arricchimento e non una fuga dai paesi in difficoltà economica verso quelli più ricchi - dichiara Palma Costi, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna -. Vogliamo fare la nostra parte per offrire loro sempre più occasioni di mobilità per studio, lavoro e volontariato e lo facciamo partendo dall’importante esperienza di rapporto con il pubblico del nostro Centro Europe Direct, il quale con questo nuovo servizio sarà ancora più in grado di dare risposte concrete ai tanti giovani che si rivolgono ai suoi sportelli, siano essi studenti, lavoratori, disoccupati. Con Mobilitas l’Emilia-Romagna investe sul proprio capitale migliore: i giovani”.
L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

"In un momento in cui la disoccupazione, in particolare giovanile, raggiunge picchi elevatissimi nel nostro Paese  ed i ragazzi si trovano sempe più costretti a fare i conti con la mancanza di prospettive, diventa strategico scommettere con  convinzione, in un'ottica di rete tra Istituzioni e forze del territorio, su percorsi capaci di offrire  strumenti concreti ed efficaci di crescita, scambio, cittadinanza attiva ed autonomia, secondo gli obiettivi prioritari  che sono alla base delle Legge Regionale 14/2008, "Norme in materia di politiche per le giovani generazioni - sottolinea Valentina Ravaioli, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì -. L'adesione da parte del Comune di Forlì al progetto Mobilitas va in questa direzione, con la finalità di garantire un supporto personalizzato nell'europrogettazione  e nelle esperienze di studio, lavoro o volontariato all'estero, riaffermando il ruolo del processo di internazionalizzazione quale elemento chiave dell'eccellenza del nostro sistema formativo e dello sviluppo della nostra città".

"“Il Campus di Forlì dell’Università di Bologna è da molti anni in prima linea nei processi di internazionalizzazione dell’Ateneo ed anche della città di Forlì. In questo quadro si inseriscono attività come quelle svolte dal centro Europe Direct Punto Europa e con lo stesso spirito partecipa al nuovo progetto, insieme all’Assemblea Legislativa della Regione ed al Comune  di Forlì. Lo scopo è quello di fornire ai nostri studenti, laureati, cittadini in genere, un servizio utile per la loro crescita, la loro formazione e per offrire loro, in tempi in cui bisogna essere particolarmente vicini ai giovani, uno strumento per trovare delle importanti opportunità di mobilità per studio, lavoro e volontariato", evidenzia Felix San Vicente, Coordinatore del campus di Forlì

“Con l’apertura del nuovo sportello Mobilitas, il Centro Europe Direct Punto Europa di Forlì incrementa la sua capacità di risposta agli studenti ed ai cittadini in un settore oggi di particolare responsabilità, quale quello del reperimento di opportunità di mobilità all’estero per studiare o lavorare. Mobilitas contribuisce a consolidare ulteriormente il profondo legame fra l’Università e la città di Forlì (ed, in questo caso, anche con la regione Emilia Romagna), rafforzando quella collaborazione istituzionale, che è l’anima stessa del Punto Europa", sottolinea Giuliana Laschi, Presidente del Comitato Scientifico centro Europe Direct Punto Europa di Forlì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio del nastro per Mobilitas, il nuovo centro per la mobilità educativa e lavorativa

ForlìToday è in caricamento